Nascar a Michigan



A Michigan nell’impegnativo circuito di Brooklyn si impone Matt Kenseth, il tracciato è il più duro per le gomme, e l’attenta strategia e la perizia nell’uso dei pneumatici soprattutto quelle anteriori e il segreto della vittoria di Kenseth. Jeff Gordon secondo non riesce nelle fasi finali ad avere la meglio su Kenseth, mentre Tony Stewart conclude terzo riuscendo a precedere kasey Kahne. Corsa problematica per Johnson leader del campionato che tocca il muro nella prima fase di gara, non si da per vinto e recupera fino al tredicesimo posto: riuscendo a mantenere la testa del campionato.

Di seguito l’ordine di arrivo

1 – Matt Kenseth (Ford) – Roush – 200 giri
2 – Jeff Gordon (Chevy) – Hendrick - 200
3 – Tony Stewart (Chevy) – Gibbs - 200
4 – Kasey Kahne (Dodge) – Evernham - 200
5 – Mark Martin (Ford) – Roush - 200
6 – Dale Earnhardt Jr (Chevy) – DEI - 200
7 – Greg Biffle (Ford) – Roush - 200
8 – Reed Sorenson (Dodge) – Ganassi – 200
9 – Denny Hamlin (Chevy) – Gibbs - 200
10 – Elliott Sadler (Dodge) – Evernham - 200
11 – Kevin Harvick (Chevy) – Childress - 200
12 – Robby Gordon (Chevy) – Gordon - 200
13 – Jimmie Johnson (Chevy) – Hendrick - 200
14 – Scott Riggs (Dodge) – Evernham - 200
15 – Brian Vickers (Chevy) – Hendrick - 200
16 – Casey Mears (Dodge) – Ganassi - 200
17 – Jamie McMurray (Ford) – Roush - 200
18 – Ken Schrader (Ford) – Wood - 200
19 – Bobby Labonte (Dodge) – Petty - 200
20 – Paul Menard (Chevy) – DEI – 200



Jeff Gordon secondo

Foto del titolo: Matt Kenseth

Foto: motorsport.com
  • shares
  • Mail