Il circuito del Sakhir nella prospettiva Ferrari

bahrain

Il 2004 vide il Campionato Mondiale di Formula 1 sbarcare per la prima volta in Medio Oriente: dal 1950, infatti, nessuna gara della categoria si era mai disputata in quell'area del pianeta. Fu lo Stato del Bahrain a rompere il digiuno, ospitando la prima sfida organizzata nel Golfo Persico.

Il circuito di Sakhir è stato costruito a regola d'arte ed è situato in una zona desertica a pochi chilometri dalla capitale Al Manamah. L'architettura delle sue costruzioni è una concreta interpretazione delle tende beduine. Il quadro è particolarmente emozionante nelle ore notturne, grazie all'illuminazione che sottolinea le forme della tribuna, mentre i baldacchini tesi tra gli alberi di palma danno al paddock un'atmosfera da oasi.

Il tracciato è stato messo sotto accusa perché ritenuto poco impegnativo: la sua posizione nel deserto e le grandissime vie di fuga non gli permettono di acquisire un'identità particolare. Inoltre, i dintorni molto sabbiosi generano un problema di ordine tecnico: è difficile mantenere la sabbia lontana dalla pista, anche se ai lati della carreggiata si utilizza una sostanza per impedirle di spostarsi verso il manto d'asfalto. Tuttavia, in caso di vento teso è pericoloso uscire dalla traiettoria ideale e i sorpassi diventano un'avventura particolarmente rischiosa.

La Scuderia Ferrari Marlboro ha vinto tre dei cinque Gran Premi del Bahrain disputati fino ad oggi: Michael Schumacher salì sul gradino più alto del podio in occasione della gara inaugurale del 2004, Felipe Massa ha reso un suo feudo la manifestazione, aggiudicandosi le ultime due edizioni. Nessun vincitore ha mai spruzzato in giro dello Champagne a Sakhir: per rispetto della visione mediorientale sul consumo di alcool, il vino francese è sostituito da una bevanda analcolica chiamata Waard, prodotta appositamente per il trio del podio.

Per gran parte della sua esistenza il Gran Premio del Bahrain è stato la terza gara del calendario, con l'eccezione del 2006, quando ebbe il ruolo di corsa iniziale del campionato. Nel 2009 il GP ha fatto da quarta tappa del cammino e le squadre, con il loro equipaggiamento, sono arrivate da Shanghai con il fiato corto, poiché le due manifestazioni hanno avuto svolgimento in due domeniche consecutive.

Nel 2008 la Scuderia Ferrari Marlboro conquistò una doppietta, con Felipe Massa vincitore e Kimi Raikkonen al secondo posto. Fu la centesima vittoria del Cavallino Rampante sotto la presidenza di Luca di Montezemolo. Dopo essere partiti al secondo e quarto posto di griglia, già alla seconda tornata Felipe e Kimi occuparono la prima e la seconda piazza: e fu in quest'ordine che si presentarono sotto la bandiera a scacchi.

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail