F1, Schumacher: "Dubitare di me fa parte del mio successo"

michael schumacher

A pochi giorni dall'appuntamento del Bahrain, che segna l'inizio della stagione 2010, Michael Schumacher confessa uno dei suoi segreti. Il sette volte campione del mondo, al rientro nel Circus dopo 3 anni di assenza, non parla di pozioni magiche o di prodotti miracolosi, ma lega la sua lunga catena di vittorie anche all'approccio verso le corse.

Nel suo metodo ci sono il talento e la dedizione, ma anche l'umiltà di chi è cosciente che c'è sempre qualcosa da impare. Una filosofia di vita tipica dei grandi uomini. L'asso di Kerpen la spiega così: "Ho sempre dubitato di me, pure negli anni migliori. Penso che ciò faccia parte del mio successo. Cerco sempre il dettaglio in cui posso migliorarmi". Potrebbe sembrare una cosa ovvia, ma non è lo è quando si guarda ai piani alti.

Spesso chi occupa una posizione in griglia si veste di arroganza, pensando di essere senza pecche. Questo atteggiamento impedisce di affinarsi e di crescere professionalmente. Il Kaiser, invece, ha fatto tesoro di un insegnamento nobile, aggiungendo un ingrediente al suo pacchetto, fatto di grinta, velocità, forza, intelligenza strategica, sensibilità e passione: l'umiltà. Quella che non ti aspetteresti da chi si è imposto più di tutti in Formula 1. Un insegnamento importante per le nuove generazioni di piloti. Bravo Schumi.

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: