GP Bahrain, le prime sessioni di libere viste dalla Ferrari

ferrari f10

Il primo appuntamento del Campionato del Mondo di Formula 1 è iniziato oggi sotto il segno del sole a Sakhir, in Bahrain, dopo un inverno freddo e piovoso. Pertanto, il lavoro della Scuderia Ferrari Marlboro durante le tre ore di prove libere è stato focalizzato quasi interamente sulla valutazione del comportamento della F10 e dei due tipi di gomme messi a disposizione dalla Bridgestone in condizioni mai incontrate nei quindici giorni di test.

Queste le dichiarazioni a caldo di Stefano Domenicali: "Avevamo impostato un programma di lavoro rivolto alla preparazione della gara di domenica e siamo soddisfatti di quello che abbiamo visto finora. Ancora di più che nel passato, è difficile capire i rapporti di forza in campo il venerdì, perché i livelli di benzina con cui le macchine hanno girato nelle tre ore disponibili potevano variare in maniera assai rilevante. Ora dobbiamo cercare di prepararci al meglio per le qualifiche di domani, che saranno difficili e combattute per vari motivi, senza però dimenticare che i punti si assegnano la domenica pomeriggio".

Felipe Massa dice più o meno le stesse cose: "Abbiamo lavorato molto per cercare il giusto bilanciamento della vettura in condizioni da gara e sul confronto fra i due tipi di gomme, girando con diversi quantitativi di benzina, ma mai cercando la prestazione. Sono piuttosto soddisfatto di quello che abbiamo visto oggi, anche se è difficile farsi un’opinione precisa sulla nostra competitività rispetto agli altri. Sicuramente avremo degli avversari molto forti e numerosi, ma noi ci stiamo preparando nella maniera migliore per la gara di domenica, mentre domattina cercheremo di lavorare sulla qualifica. Oggi ho un po’ di febbre ma mi sento al 100% per questo inizio di stagione".

Non molto diverso il quadro tracciato da Fernando Alonso: "Per me è stato un venerdì un po’ diverso dal solito, perché era il primo con la mia nuova squadra. Ci siamo concentrati principalmente sul confronto fra i due tipi di pneumatici in modo da essere preparati al meglio per la gara di domenica e per cercare di avere una macchina costante come prestazione sulla lunga distanza. E’ chiaro che con temperature così elevate le gomme hanno un degrado più veloce, in particolare quelle posteriori. Per quello che si è potuto vedere, le indicazioni dei test sembrano essere confermate, con quattro squadre che possono essere indicate come favorite, senza però scartare qualche possibile sorpresa, come la Force India. Il nuovo tracciato non mi dispiace: è divertente, anche se ci sono alcune sconnessioni di troppo che, quando avevo fatto il sopralluogo in bicicletta, non erano così facilmente intuibili".

Positiva l'analisi di Chris Dyer: "Siamo abbastanza soddisfatti del lavoro svolto oggi. Avevamo un programma molto intenso che abbiamo completato quasi integralmente: l’unico problema è stata una perdita d’aria da uno pneumatico della vettura di Alonso, che ha determinato l’interruzione del suo long run. Abbiamo raccolto tante informazioni, che ci serviranno per prendere le decisioni sull’assetto e sulla strategia per il prosieguo del week-end. E’ difficile dire dove siamo rispetto alle altre squadre in termini di prestazione: lo scopriremo domani pomeriggio. La nuova parte del circuito è piuttosto stretta e l’asfalto in alcuni punti è molto sconnesso, ma non presenta particolari problemi per la macchina".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: