GP Bahrain, la doppietta "rossa" vista dalla Ferrari

alonso

La doppietta conseguita nel Gran Premio del Bahrain regala alla Ferrari una grande soddisfazione. Fernando Alonso si è piazzato al primo posto nel giorno del suo esordio con il "cavallino rampante", mentre Felipe Massa ha ottenuto la seconda posizione al suo rientro in gara dopo l'incidente di Budapest dello scorso anno.

Questa è la vittoria numero 211 della Scuderia di Maranello in 794 Gran Premi disputati, la quarta in sette edizioni della corsa nel piccolo emirato del Golfo Persico. Per lo spagnolo è il ventiduesimo successo in 141 partecipazioni ad una sfida del Campionato del Mondo di F1, il terzo sul circuito di Sakhir.

Dice Stefano Domenicali: "Un inizio di campionato fantastico! Questa straordinaria doppietta è la ricompensa per tutto il lavoro svolto dalla squadra, in pista e in fabbrica, in tutti questi mesi. La voglio dedicare a loro. Oggi abbiamo dovuto gestire una situazione molto complicata con la macchina di Felipe a causa delle elevate temperature, ma ce l’abbiamo fatta e mi ha fatto molto piacere vedere il nostro pilota sul podio in un giorno così speciale per lui. Quanto a Fernando che posso dire? Non c’era modo migliore per cominciare la sua avventura in rosso!"

Poi aggiunge: "Voglio ringraziare anche i nostri partner tecnici e commerciali, in primis la Philip Morris e la Shell, che ci hanno sempre sostenuto anche nei momenti più critici e credo che non ci sia stata maniera migliore per dare il benvenuto ad uno sponsor importante come il Banco Santander. Ora godiamoci per qualche ora questa bellissima giornata, ma da domani dobbiamo cominciare a prepararci per la prossima tappa in Australia, mantenendo sempre il nostro consueto approccio: umiltà, piedi per terra e lavoro. Abbiamo davanti una stagione lunghissima, dove l’affidabilità sarà cruciale e dove dovremo lottare contro avversari fortissimi e determinati".

Massa è soddisfatto: "Sono molto felice per questo risultato e voglio ringraziare tutta la squadra e i nostri tifosi. E’ la mia miglior prima gara della stagione da quando sono in Formula 1 e, considerati tutti i problemi che abbiamo avuto, sono molto soddisfatto. Abbiamo dovuto gestire le temperature della macchina e, per una trentina di giri, non ho potuto spingere come avrei voluto. Alla partenza ho perso una posizione rispetto ad Alonso, ma poi la macchina si è comportata molto bene, con entrambi i tipi di pneumatici. Con le gomme più morbide la Red Bull era più veloce di noi, mentre con quelle più dure noi andavamo molto meglio. Voglio ringraziare ancora una volta tutti quelli che mi sono stati vicino in questi mesi, scrivendomi e mandandomi dei messaggi. Ora dobbiamo guardare all’Australia per prepararci nella maniera migliore".

Alonso racconta così le sue emozioni: "Voglio dedicare questa vittoria al Presidente Montezemolo, che ha creduto in me, e ai nostri meccanici che hanno fatto un grandissimo lavoro, soprattutto questa mattina quando hanno sostituito il motore della mia macchina in pochissimo tempo. Salire sul gradino più alto del podio è stata una sensazione speciale. Spero di aver soddisfatto le aspettative di tutta la squadra. Abbiamo lavorato tanto durante quest’inverno e ora abbiamo cominciato a raccogliere i risultati. Le prime gare della stagione sono molto importanti: bisogna arrivare alla parte europea del campionato con tanti punti all’attivo e con un bagaglio di conoscenza sul comportamento delle gomme sui vari circuiti".

Poi aggiunge: "La chiave per vincere sarà continuare a sviluppare la macchina gara dopo gara. Oggi con gli pneumatici più duri siamo andati molto bene mentre con quelli più morbidi facevamo un po’ di fatica a restare vicini a Vettel. Pensavo di attaccare negli ultimi dieci giri ma la fortuna ci ha dato una mano: ce ne vuole sempre un po’ in ogni gara. Alla partenza sono scattato bene sfruttando la parte pulita della pista e sono riuscito a superare Felipe, infilandomi in uno spazio che poteva consentire la manovra senza correre rischi. Poi sono stato fortunato a non avere problemi sulla mia macchina mentre il mio compagno di squadra ha avuto qualche difficoltà in più e ha dovuto rallentare un po’ il passo. Ora dobbiamo pensare all’Australia: vedremo chi avrà la macchina migliore su quel tracciato ma credo che i quattro team più forti saranno comunque protagonisti".

Questo il commento di Chris Dyer: "Un risultato fantastico per tutta la squadra. Abbiamo lavorato tantissimo durante l’inverno – in galleria del vento, in ufficio tecnico, nel reparto motori, in pista, in tutti i settori – e oggi abbiamo raccolto i frutti. E’ stato un benvenuto bellissimo per Fernando e un bentornato altrettanto bello per Felipe: difficile chiedere qualcosa in più dalla prima gara. Non è stato un weekend facile perché abbiamo dovuto affrontare tutta una serie di problemi che abbiamo gestito grazie al lavoro di tutti, in pista e a casa, ma spero tanto di poterne avere di meno in futuro. A causa delle alte temperature non abbiamo potuto fare la gara che volevamo ma, in particolare con Felipe, abbiamo dovuto tenere un approccio molto conservativo, anche se credo che non siamo stati i soli ad avere questo tipo di difficoltà".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: