La Fia separa i poteri



La Fia cambia registro, il presidente Jean Todt vara la separazione dei poteri, in pratica il soggetto inquirente non sarà anche il giudice, quando il presidente porterà davanti al consiglio un problema disciplinare, la decisione verrà poi presa in sua assenza.

Evidentemente la sentenza del Tribunale delle Grandi Istanze di Parigi riguardo il caso Briatore, ha lasciato una traccia ed un segnale: è Todt ha giudicato opportuno adeguarsi a quella linea. Per quanto riguarda il caso Singapore, Tods specifica che la cosa non è superata, c’è stato un gravissimo episodio di incidente volontario, e il tribunale di Parigi ha condannato la Fia per la forma non per la sostanza, e quindi c’è ancora un appello in corso.

Via | grandchelem.it

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: