ChampCar a Montreal



Gara interrotta la domenica per la pioggia e quindi si corre di lunedì, ma non è un problema si può vincere anche di lunedì e Sebastien Bourdais lo fa. La pista è umida ma partono tutti con le slick, dei 72 giri originariamente da effettuare vengono tolti i sette giri completati la domenica prima della sospensione. Alla partenza scatta Allmendinger seguito da Bourdais e Tracy, con Sebastien che prende il comando già durante il primo giro, si verifica subito una situazione di caution e al restart Allmendinger rompe il cambio. La pista è sempre umida e questo provoca molti errori e conseguenti bandiere gialle, anche Justin Wilson sbaglia e assaggia la scritta “Bienvenue au Quebec” Nelson Philippe eredita il comando in queste fasi concitate. Philippe non rientra a rifornire cercando di finire la gara accorciata di una manciata di giri, Bourdais è in seconda posizione ma non forza per attaccarlo, a questo punto quando mancano 5 giri il team richiama Wilson e spiana a Bourdais la strada verso la vittoria.

Di seguito la classifica

1 - Sebastien Bourdais - Newman/Haas - 67 giri in 1.46'54"290
2 - Paul Tracy - Forsythe - a 1"398
3 - Nelson Philippe - HVM - a 2"750
4 - Dan Clarke - HVM - a 3"120
5 - Will Power - Australia - a 6"359
6 - Nicky Pastorelli - Rocketsports - a 7"431
7 - Alex Tagliani - Australia - a 8"321
8 - Charles Zwolsman - Conquest - a 8"409
9 - Jan Heylen - Coyne - a 10"529
10 - Mario Dominguez - Coyne - a 10"617
11 - Antonio Pizzonia - Rocketsports - a 11"266
12 - Bruno Junqueira - Newman/Haas - a 1 giro
13 - Katherine Legge - PKV - a 6 giri



Paul Tracy secondo


Nelson Philippe terzo classificato

Foto del titolo: Sebastien Bourdais

Foto:motorsport.com
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: