GP Australia, le qualifiche viste dagli uomini Ferrari

alonso

Le prove di qualificazione del Gran Premio d'Australia di Formula 1, che si svolgerà domani a Melbourne, hanno consegnato il terzo e quinto posto alle due Ferrari, con Fernando Alonso davanti a Felipe Massa in griglia di partenza. Un bilancio abbastanza positivo per la casa di Maranello, come sottolinea Stefano Domenicali: "Siamo soddisfatti del risultato. Sapevamo che le Red Bull erano molto veloci ma noi siamo lì, a poca distanza".

"Fernando -aggiunge il team principal delle rosse- ha fatto davvero una bella qualifica, tirando fuori il massimo dalla vettura. Felipe ha faticato un po' a far lavorare al meglio le gomme, ma è riuscito comunque ad ottenere un buon piazzamento. Domani si prospetta una gara incerta. Tradizionalmente su questo tracciato la safety-car è stata spesso protagonista, non credo che la corsa di domani farà eccezione: bisognerà quindi essere pronti a gestire ogni eventualità. Inoltre, c’è l'incognita legata alle condizioni meteorologiche".

Per quel che riguarda il "cavallino rampante", Domenicali promette il massimo impegno: "Cercheremo di portare a casa il miglior risultato possibile: in un campionato lungo ed equilibrato come questo è fondamentale fare sempre dei punti". Ovvio che i tifosi del team si aspettano i gradini più alti del podio, ma è ancora presto per fare delle previsioni. Inoltre, bisogna considerare diverse variabili.

Alonso è chiaro in tale senso: "Sono soddisfatto di queste qualifiche. Si vuole sempre essere in pole, ma anche il terzo posto è un bel risultato. Sappiamo che le Red Bull sono molto forti, ma noi siamo vicini e possiamo contare su un buon passo in gara. Il nostro obiettivo è di arrivare in fondo, evitare errori e fare un bel risultato, magari sul podio. Certo, vogliamo lottare per la vittoria ma è inutile prendersi dei rischi: è troppo importante fare dei punti".

"Dopo le libere di ieri -aggiunge lo spagnolo- non eravamo preoccupati, perché sapevamo che il lavoro era stato totalmente dedicato alla preparazione della corsa di domani. Qui può succedere di tutto e dobbiamo essere pronti ad ogni evenienza. Un motore nuovo? Sì, porta fortuna cambiarlo… Battute a parte, era previsto nel piano di gestione dei propulsori di avere una nuova unità in questa gara".

Meno rilassato Massa: "Non è stata la qualifica che mi aspettavo alla vigilia di questo Gran Premio. Da quando il termometro si è abbassato ho incontrato difficoltà nel trovare il modo migliore per mandare le gomme in temperatura, mentre ieri mattina, ad esempio, con clima più caldo, la situazione era decisamente migliore. Con le temperature di oggi non avevo aderenza, il che non è particolarmente incoraggiante: speriamo che domani faccia un po' più caldo".

"In FP3 -conclude il brasiliano- ho faticato molto, ma alla fine delle qualifiche sono comunque riuscito ad ottenere un piazzamento discreto: certo non è l’ideale per puntare alla vittoria, ma cercherò comunque di portare a casa un buon bottino di punti. La gara è molto dura, anche perché può succedere di tutto come si è visto spesso in passato".

Queste le parole di Chris Dyer: "Siamo piuttosto contenti per il risultato ottenuto oggi. Ritengo che siamo andati molto vicini a tirare fuori il massimo dal potenziale a disposizione: ci mancava ancora un pochino di prestazione per stare davanti alle due Red Bull, ma siamo comunque in una buona posizione per la gara di domani. Dopo le difficoltà dell'ultima sessione di prove libere, Felipe ha fatto un buon lavoro in qualifica, riuscendo a conquistare un bel piazzamento. Tutte e due le macchine prenderanno il via dalla parte più pulita della pista, il che potrebbe essere un vantaggio".

"Al momento -prosegue il tecnico- le previsioni meteorologiche per domani danno asciutto per la gara ma abbiamo visto sia ieri che oggi che la possibilità di brevi scrosci di pioggia è reale. Bisognerà quindi essere pronti ad affrontare questa eventualità nonché a sfruttare tutte le opportunità che potranno presentarsi durante una corsa tradizionalmente piena di eventi".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: