Superstars: dominio Mercedes in gara 1 a Monza



Un susseguirsi di emozioni, quelle che gli spettatori (in autodromo e in Tv, nella diretta di LA7 che ha avuto un esclusivo “commento tecnico” dell’attrice e madrina d’eccezione Maria Grazia Cucinotta) hanno potuto vivere in occasione della prima delle due gare di Monza, appuntamento di apertura della SUPERSTARS SERIES 2010.

Esordio e vittoria per Luigi Ferrara, già autore della pole con la Mercedes C63 AMG della CAAL Racing, con la vettura “gemella” di Max Pigoli (AeffeM) sempre in agguato e seconda alla bandera a scacchi davanti alla prima delle BMW M3 E92 ufficiali del campione in carica Gianni Morbidelli.

LA CRONACA
Con una prima fila tutta Mercedes è quella di Ferrara a mantenere la prima posizione giungendo a ruote fumanti alla staccata della prima variante. Alle sue spalle la vettura di Stoccarda condotta da Pigoli e la Chevrolet Lumina CR8 di Zadotti. Problemi invece sulla BMW 550i di Mauro Cesari, che rimane ferma ancora prima del giro di ricognizione. Ma l’attenzione si sposta subito sulla seconda curva di Lesmo, che dà lo “stop” ad Ascani.

Ancora emozioni quindi in Parabolica, dove vola fuori Sini. Entra nei box invece Johnny Herbert, ma è un continuo di colpi di scena perché la M3 E92 di Cappellari ha un contatto con la Jaguar di Cressoni in fondo al rettilineo ed il friulano finisce in testacoda coinvolgendo anche la Cadillac CTS-V di Del Castello.

Sempre nel corso della stessa tornata alla variante Ascari si gira Gabellini. Il ritmo è elevatissimo e al terzo posto avanza Morbidelli. Lotta particolarmente accesa anche per il sesto posto, ancora con Cressoni che cerca di tenere dietro in tutti i modi la Audi RS4 di Papini, a sua volta pressato da un Cappellari in rimonta che ha la meglio sulla “supercar” della Casa di Ingolstadt al sesto giro e subito dopo anche sulla Jaguar del giovane mantovano.

Alla prima variante Cressoni deve lasciare spazio anche a Papini, mentre la seconda Audi di Dionisio si gira in Parabolica e Baccarelli parcheggia a bordo pista. A quattro minuti dall’arrivo entra ai box anche Cressoni, che aveva danneggiato la sua XF prendendo un paio di “botte” nelle accese fasi di bagarre. Gabellini passa in extremis Michela Cerruti, con l’altra Mercedes della AeffeM che rischia di perdere il parafango anteriore, e la Chrysler 300C SRT8 di Lavaggi, chiudendo nono dietro a Schiattarella. All’arrivo Pigoli è praticamente attaccato al vincitore Ferrara e sua volta tallonato da Morbidelli.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: