F1, Ferrari pronta per il Gran Premio di Malesia

ferrari

La Scuderia Ferrari Marlboro sta già lavorando sodo sul circuito di Sepang, appena fuori dalla capitale malesiana Kuala Lumpur, in preparazione del terzo round del campionato mondiale, che attualmente guida in entrambe le classifiche: piloti e costruttori.

Dice Stefano Domenicali: "Siamo soddisfatti del risultato di Melbourne, anche se domenica mattina ce ne aspettavamo uno leggermente migliore. Considerando cosa è successo in gara, possiamo essere soddisfatti di aver finito in terza e quarta posizione, in parte perché i nostri rivali più vicini non hanno fatto punti o ne hanno presi pochi".

"Sicuramente -prosegue il team principal delle rosse- non siamo i soli ad essere soddisfatti del lavoro svolto nel pomeriggio della gara dell'Albert Park: i fan della F1 di tutto il mondo possono dire che hanno visto una sfida veramente spettacolare e tutti quelli che hanno criticato il GP del Bahrain, considerandolo noioso, ora dovrebbero ripensarci. Io ho sempre sostenuto che è impossibile tirare le conclusioni sullo stato del nostro sport dopo appena una prova, ma questo non significa che ora dobbiamo sostenere che la Formula 1 è tornata a una sorta di età dell'oro, ammesso che ce ne sia mai stata una!"

Una nuova coppia di piloti necessita sempre di un po' di tempo di rodaggio ma sembra che la Scuderia possa già contare su una buona intesa tra Felipe Massa e Fernando Alonso: il brasiliano ha avuto un fine settimana difficile, ma ha tirato fuori il meglio dalla gara, facendo una partenza davvero buona, prima di adottare un approccio sensibilmente più cauto quando ha dovuto confrontarsi con la mancanza di grip. Per quanto riguarda lo spagnolo, ha condotto una gara davvero fantastica, dimostrando non solo le sue qualità (passando da ultimo a quarto, dopo il testacoda al primo giro), ma anche una grande capacità di integrarsi al team.

Quella di domenica sarà la dodicesima edizione del Gran Premio di Malesia. Il circuito fu utilizzato per la prima volta nel 1999 ed era in uno stato assolutamente ottimale. Ancora oggi è uno dei migliori in calendario. L'avventura malesiana della Ferrari cominciò bene, con un trio di vittorie; Eddie Irvine fu il primo a passare sotto la bandiera a scacchi nella gara del 1999, poi due vittorie per Michael Schumacher nel biennio successivo. Il tedesco vinse ancora nel 2004 e Kimi Raikkonen nel 2008.

Fernando Alonso considera il circuito di Sepang come uno dei suoi preferiti da sempre. Lo spagnolo si posizionò al primo gradino del podio nel 2005 con la Renault e nel 2007 con la McLaren. Quello malese è un tracciato impegnativo, con l'ulteriore difficoltà di far fronte a condizioni climatiche molto calde e di estrema umidità, due fattori che possono avere un effetto debilitante sia sul pilota sia sulla vettura.

Tenendo presente questo, le F10 avranno ulteriori aggiornamenti, allo scopo di gestire le caratteristiche uniche di questo evento. La gara dell'anno scorso cominciò alle cinque del pomeriggio, per accontentare gli spettatori televisivi di tutto il mondo; tuttavia, come previsto, questo è coinciso con l'inevitabile tempesta tropicale che interruppe l'evento dopo 31 dei 56 giri previsti. Così che furono assegnati solo metà dei punti, come previsto dal regolamento. Quindi, la qualifica di sabato, è stata anticipata di un'ora: se questo sia sufficiente ad evitare il temporale si vedrà, anche se, dopo Melbourne, il pubblico gradirebbe l'ingrediente aggiunto di un percorso bagnato.

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: