Video: Aston Martin V12 Vantage, alta chirurgia

Sull'Aston Martin V8, la cui carrozzeria sembra scolpita sulla meccanica, i tecnici della casa di Gaydon hanno trapiantato un cuore più grande, dando vita a una variante estrema. Con essa si compie un esperimento capace di suscitare l'interesse delle riviste scientifiche.

Il V12 di 6 litri della DB9, opportunamente rivisto, viene innestato nella sua struttura, creando una metamorfosi che profuma di miracolo: il motore più grosso della gamma trova applicazione sul modello meno corpulento. Un'operazione rischiosa, che i chirurghi hanno svolto bene, scongiurando le crisi di rigetto.

Il risultato è la sintesi dei pregi dell'abbinamento, con una grande potenza in un corpo compatto, per un'andatura molto determinata. In cassaforte ci sono 510 cavalli e 570 Nm di coppia, pronti a concedersi con generosità. Lo scatto da zero a 100 richiede 4"2, mentre la velocità di punta raggiunge i 305 km/h. Si tratta di prestazioni degne della DBS, ma nei tratti guidati è facile che la piccola scappi di vista alla sorella maggiore.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: