Civm, tutto pronto per la cronoscalata dello Spino

spino

Sono oltre 200 gli iscritti alla 38ª edizione della cronoscalata automobilistica Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino, che sabato e domenica inaugura il Campionato Italiano di Velocità Montagna 2010 lungo i 6.940 metri di tracciato misto e veloce della strada provinciale 208, da coprire in due manche.

Purtroppo, verrà meno il derby "fiorentino" fra il campione italiano in carica, David Baldi – che è anche il recordman del percorso in 2'59"436 – e quello europeo della specialità, Simone Faggioli, che al volante della sua Osella FA30 ha tutta l'intenzione di mettere la sua prestigiosa firma, ancora mancante, nell'albo d'oro della competizione.

Baldi, infatti, non sarà del gruppo (lo aveva in parte anticipato lo scorso 28 marzo in occasione della premiazione di tutti i campioni tricolore 2009 a Sansepolcro) e allora toccherà ai vari Scaramozzino, Cinelli, Bruccoleri e Iaquinta tentare di sovvertire un pronostico nettamente favorevole al leader continentale.

Forfait annunciato anche per l'altro big, Denny Zardo, che quest'anno ha optato per la pista. In compenso, però, si preannuncia grande battaglia sia nei gruppi N e A. Balza agli occhi anche il nutrito lotto di concorrenti in GTM, dove si contano ben sei Ferrari (e il team Isolani al completo) a contendersi l'assoluto con Porsche, Chrysler Viper, Corvette e anche una Lamborghini Gallardo.

Questa edizione dello Spino inserisce fra gli ingredienti più saporiti anche il campionato sperimentale delle Radical Suzuki, caratterizzate da motori montati sulle due ruote con telaio inglese; il ritorno sia degli stranieri, con la presenza dello svizzero Bruno Ianniello su Lancia Delta S4, che delle pur sempre affascinanti auto storiche; l'esordio di "figli d'arte" come nel caso di Francesco Laschino, Under 25 che segue le orme di papà Silvano nella classe 3000 della E1 su Alfa Romeo 155 V6 e – dulcis in fundo – la presenza più numerosa che mai del gentil sesso al volante, a cominciare da Elena Croce, figlia di Giorgio, presidente della sottocommissione della Csai che si occupa appunto delle gare in salita.

Una domenica di spettacolo immortalata anche dalle telecamere di Sky: la seconda manche della Pieve-Spino sarà infatti trasmessa in diretta dalle 12:30 in chiaro sul canale 830, denominato "Viva l'Italia Channel" e sarà possibile seguire la gara anche via Internet in streaming sui siti www.cronolive.it e www.cronolive.tv, con i tempi online (grazie alla SMT di Trapani che curerà il servizio cronometraggio e diretta).

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail