GP Turchia, i commenti dei piloti Red Bull

Mark Webber cerca di stemperare il clima in casa Red Bull, evitando ogni polemica sull'incidente con il compagno di squadra Sebastian Vettel nel Gran Premio di Turchia di Formula 1. Riferendosi al fatto, il pilota australiano si esprime in questi termini: "Sebastian aveva un leggero vantaggio su di me in velocità e mi ha affiancato, c'è stato un contatto. Tutto è accaduto velocemente. Peccato per la squadra. A volte possono succedere queste cose".

Anche il tedesco, dopo aver dato la responsabilità dell'accaduto a Webber, corregge il tiro: "Non sono felice, ma sono inconvenienti che si devono mettere in conto quando si è in pista. Ero all'interno, mi stavo concentrando sui punti di frenata e mi sono allargato. Poi ci siamo toccati e sono uscito. Rivalità interna? Sarebbe stupido pensare a queste cose. Abbiamo una macchina veloce, siamo una buona squadra".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
58 commenti Aggiorna
Ordina: