Red Bull, anche a Montreal niente F-duct

red bull

La Red Bull non deve confrontarsi solo con le beghe tra i piloti, ma deve anche muoversi sul piano delle scelte tecniche, per valutare le soluzioni che possono consentirle di conservare il primato prestazionale sugli avversari. Una delle opzioni al vaglio degli ingegneri è il sistema F-duct, che potrebbe tornare utile nei lunghi rettilinei di Montreal.

Gli addetti ai lavori erano sicuri che in Canada il team austriaco avrebbe introdotto questo ritrovato, ma Helmut Marko, consulente tecnico della scuderia e braccio destro di Mateschitz, rinvia al futuro la sua applicazione. Le prove del venerdì in Turchia hanno infatto dimostrato alcuni limiti: "Non ha funzionato come volevamo. Perciò lo stiamo sviluppando ulteriormente. L'uso del sistema è rinviato".

Solo quando gli eventuali vantaggi diventeranno tangibili, in casa Red Bull decideranno di ricorrere al suo impiego. Una scelta condivisibile, perché la prudenza in questi casi è d'obbligo in Formula 1.

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: