F1, il team Art deve rinunciare all'iscrizione per il 2011

nicolas

La Art ha dovuto accantonare il progetto Formula 1, per carenza di risorse. Il mancato reperimento di adeguati finanziamenti si è tradotto nella rinuncia. La squadra di Frederic Vasseur e Nicolas Todt non invierà quindi la richiesta di iscrizione alla Fia per partecipare al mondiale 2011, pur avendo raggiunto un punto avanzato nella gestazione dell'iniziativa. Restano confermati gli impegni in GP2, GP3 e F3 Euroseries.

Il figlio di Jean Todt voleva sbarcare nel Circus, in una formazione dove avrebbe ricoperto il ruolo operativo che il padre ebbe per tanti anni in seno alla Ferrari. Queste le parole dette da Nicolas all'inizio dell'avventura: "Vogliamo diventare la tredicesima squadra dell'universo dei Gran Premi, ma se non avremo il budget rinunceremo all'idea".

Il giovane manager voleva coronare il sogno, evitando però che si trasformasse in un incubo. Ecco perché aveva promesso che l'impresa sarebbe andata avanti soltanto se le gambe fossero state in grado di camminare da sole, meglio se a passo spedito.

Purtroppo gli arti inferiori non hanno assunto il giusto tono per farsi carico di una tale missione, quindi la rinuncia si è resa inevitabile. Una persona razionale come Todt Junior non poteva accettare un salto nel buio, anche in virtù della tradizione di famiglia, che impone il dovere di far bene. Sarà per un'altra volta.

Via | Italiaracing.net

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: