F1, Hamilton "Gli altri vanno a punti con regolarità, così è durissima"

hamilton

Dopo il quinto posto nel Gran Premio del Giappone di Formula 1, la delusione di Lewis Hamilton è palpabile. L'asso di Stevenage, già protagonista delle battute a vuoto di Monza e Singapore, ha dovuto digerire un magro bottino nella gara giapponese, anche in virtù di un problema al cambio della sua McLaren. Adesso le chance iridate sono ridotte al minimo, come ammette lui stesso.

Tra Hamilton e Mark Webber, che comanda la classifica iridata, il distacco è di 28 punti, con sole tre gare ancora da disputare. Poi ci sono gli altri contendenti desiderosi di puntare al titolo, che non vogliono cedergli terreno. Davvero difficile effettuare una rimonta in un quadro del genere. Il pilota inglese lo sa bene.

Ecco come si eprime parlando della sfida di Suzuka: "Non pensavo di arrivare al traguardo. C'era un rumore preoccupante, ho tenuto le dita incrociate e ho cercato di non usare troppo il cambio. Avevo un buon margine su chi mi seguiva, potevo lasciare un po' di tempo per strada. Questo mi ha permesso di non andare a vuoto".

Poi aggiunge: "Gli altri vanno a punti con regolarità, non so quale sia stata l'ultima volta in cui non sono arrivati al traguardo. Per noi sarà molto, molto difficile. Il Mondiale è sempre più duro".

Via | Datasport.it

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: