F1, Giancarlo Minardi: "Webber è stato sottovalutato dal Circus"

Minardi

Quando mancano tre gare alla conclusione del Campionato del Mondo di Formula 1, sono ancora cinque i piloti in corsa per il titolo. Si riducono i punti in palio, quindi, ma non i pretendenti al trono. Ovvio che per qualcuno le speranze sono più alte, mentre altri devono accontentarsi di una possibilità remota, ma nel Circus le cose possono cambiare in fretta.

Mark Webber guida il gruppo, anche se i punti di vantaggio su Fernando Alonso, che apre il quartetto degli inseguitori, si sono ridotti a 14, per la lotta interna con Sebastian Vettel che negli ultimi due appuntamenti ha "rubato" 7 punti al compagno di squadra. Non poteva quindi arrivare in un momento migliore il primo Gran Premio di Corea.

In attesa di vedere cosa saprà regalarci la sfida alle porte, vediamo cosa dice Giancarlo Minardi del pilota australiano, che ha portato all'esordio nel 2002: "Mark Webber è sempre stato molto veloce in tutte le condizioni. In questi anni ha lavorato molto per perdere quei chili in eccesso, senza compromettere la massa muscolare. E’ un pilota completo che ha avuto la sfortuna di arrivare nel mondiale ad un’età troppo avanzata, rispetto alla media. Senza alcun dubbio è tra i migliori quattro del mondiale".

"A mio avviso -aggiunge il costruttore faetino- l’australiano è stato sottovalutato da tutto l’ambiente. E’ un pilota che ha fatto la gavetta, partendo proprio con me alla Minardi, correndo però ogni volta con team che non disponevano del budget necessario per lottare nelle posizioni di vertice. Il bruttissimo incidente a fine 2008, avvenuto mentre stava preparando la nuova stagione, ha condizionato tutto il suo 2009 facendolo rimanere nell’ombra del suo nuovo compagno di squadra. Quest’anno invece, dopo aver recuperato in pieno, sta mettendo in seria difficoltà Sebastian Vettel. A mio avviso meriterebbe di vincere il titolo, anche se dovrebbe fare l’ultimo salto di qualità per essere un campione completo. Proprio per questo non sono molto d’accordo con la strategia messa in atto della Red Bull, lasciando liberi i due piloti. Tra Suzuka e Singapore Webber ha perso ben 7 punti nei confronti di Alonso. Ora le lunghezze di vantaggio potrebbero essere addirittura 21".

Via | Minardi.it

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: