F1: in casa Ferrari pronti al Gran Premio del Brasile

ferrari

Si avvicina il Gran Premio del Brasile di Formula 1, penultima tappa del campionato del mondo 2010. La Ferrari si presenta all'appuntamento con un trend positivo e la leadership di Fernando Alonso nella classifica conduttori. Il pilota spagnolo del "cavallino rampante" vive l'attesa della corsa con la solita prudenza.

Queste le sue parole: "Affronteremo la tappa di Interlagos con lo stesso spirito delle altre: concentrati sul nostro lavoro, determinati ad ottenere il massimo da ogni opportunità, consapevoli che i conti si faranno ad Abu Dhabi". Un approccio chiaro e condivisibile, perché la lotta iridata è ancora aperta, con i rivali pronti a cogliere l'occasione in tutte le circostanze.

Gli uomini della scuderia italiana restano con i piedi per terra e non si abbandonano a facili entusiasmi. Basta vedere quello che dice Stefano Domenicali: "L'approccio del team in queste ultime tappe sarà quello giusto, tenendo presente la forza dei nostri avversari McLaren e Red Bull. Abbiamo visto quanto possano essere complicate le gare, il che significa che dovremo essere molto prudenti".

"Per quanto riguarda la F10 -aggiunge il team principal di Maranello- ci saranno alcuni piccoli aggiornamenti aerodinamici, ma nulla di particolarmente significativo: la differenza la faranno l’affidabilità e la tenuta mentale. In ogni caso, penso che la F10 potrà essere competitiva e i rapporti di forza non dovrebbero essere tanti diversi da quelli visti nelle ultime gare: ci aspettiamo una Red Bull come sempre molto incisiva e una McLaren che potrebbe introdurre delle novità per essere più veloce ed in piena lotta per il vertice".

La battaglia sarà quindi intensa, ma Alonso potrà contare su 11 punti di vantaggio nei confronti di Mark Webber, 21 su Lewis Hamilton e 25 su Sebastian Vettel, che cercheranno la rimonta, insieme a Jenson Button, cui solo la matematica assegna qualche chance iridata. In teoria l'asturiano della Ferrari potrebbe chiudere la partita già questo weekend, ma Domenicali scarta la prospettiva: "Non credo che il titolo si assegnerà domenica, ma sarà una giornata molto importante: chi dovesse perdere troppi punti in Brasile sarebbe in grave difficoltà ad Abu Dhabi".

Uno dei piloti che vive in modo più intenso la sfida di San Paolo è Felipe Massa, che cercherà di dire la sua, per regalare delle belle emozioni al pubblico di casa: "Questa è la gara che mi è mancata di più l'anno scorso, quando sono rimasto fuori dopo l'incidente di Budapest. Dopo l'assenza del 2009 sarebbe bello tornare a lottare per il primato, soprattutto perché sarebbe vitale per la classifica dei due campionati". Vedremo presto che esito avranno le aspettative di tutti.

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: