Formula 1: Petrov insultato da ferraristi su Facebook

Vitaly Petrov, il secondo pilota della Renault che nel corso dell'ultimo GP di Formula 1 ha preceduto Alonso sul traguardo, dopo essere riuscito a tenere dietro lo spagnolo della Ferrari in gara (senza peraltro dover faticare troppo...), ha rivelato di ricevere insulti da parte di alcuni ferraristi sul suo profilo Facebook.

I tifosi che hanno preso di mira Vitaly, evidentemente, lo ritengono il responsabile primo della storica sconfitta mondiale di Alonso, maturata nel corso della gara di Yas Marina. L'umiliazione del Cavallino, è chiaro, ha ben altre cause a monte, e Petrov lo sa bene: "Dicono che lo avrei bloccato in pista, ma io non ho fatto nulla di male, la Ferrari ha commesso un errore tattico".

Nel corso dell'intervista rilasciata ai tedeschi della Bild e ripresa da Repubblica, il pilota russo ha precisato: "Nessuno mi ha detto via radio che in questo modo avrei fatto diventare Vettel campione, anche perché Alonso doveva superare anche Rosberg. Sebastian ha meritato il titolo: i giornali hanno parlato di miracolo ma il suo successo è frutto di uno straordinario lavoro". Vitaly ha anche commentato il gestaccio rivoltogli da Alonso dopo il traguardo.

"In quel momento era ancora sotto pressione per la gara, ma comunque non ha usato modi educati. Io sono semplicemente stato più veloce di lui". E alla domanda su un eventuale ringraziamento da parte di Vettel, Petrov ha risposto così ai giornalisti tedeschi: "Non ha il mio numero di telefono, ma ho visto sul suo sito che mi è molto grato, è stato un gesto gentile da parte sua".

  • shares
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: