F1, Parr: "Assurdo trascurare il valore di Maldonado"

maldonado

Adam Parr respinge gli argomenti addotti da chi sostiene che Pastor Maldonado sia poco più di un 'pay-driver'. Il boss della Williams non condivide il messaggio lanciato da alcuni osservatori, convinti che il sedile della monoposto di Grove sia giunto semplicemente per la cospicua dotazione di sponsor del nuovo alfiere.

Anche se la presenza dei piloti con la valigia è notevolmente aumentata negli ultimi anni, per la necessità delle squadre di far quadrare i bilanci, Parr insiste sul fatto che Maldonado non si è assicurato il posto per via del solo sostegno finanziario portato al team. Anzi bolla simili considerazioni come "ripugnanti e irrilevanti".

Queste le sue parole: "Non abbiamo reclutato un pilota che non avesse un'esperienza tale da convincerci di essere pronto per la F1. Pastor merita il volante del nostro bolide ed è in grado di produrre risultati. Lui ha appena vinto il campionato GP2 con una squadra rookie, ottenendo più vittorie di chiunque altro. Il semplice fatto di dimenticare questo è assurdo. Un vero peccato, davvero".

Poi aggiunge: "Maldonado ha grande potenziale. Questa non è solo la nostra opinione, visto che molti esperti indipendenti credono che abbia grandi capacità, in termini di prestazioni e talento". La scelta di Maldonado, secondo Parr, è il frutto di una strategia a lungo termine, nata da un'analisi ad ampio raggio.

Resta il fatto che il venezuelano ha sostituito Nico Hulkenberg, anche lui giovane e bravo, come ha dimostrato nella stagione d'esordio. Questo rimpiazzo ha dato vigore alle tesi di chi sostiene che, oltre ai risultati in pista, anche le risorse finanziarie portate in dote hanno inciso sulla decisione di metterlo sotto contratto. Ma Parr non è d'accordo.

Via | Thef1times.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: