F1, Felipe Massa dopo il miglior tempo di Montmelò: "Bilancio positivo"

massa

Si è chiusa ieri la terza sessione dei test collettivi svolti dai team per prepararsi al prossimo campionato del mondo di Formula 1. La prestazione migliore sul Circuit de Catalunya è stata ottenuta da Felipe Massa, che ha preceduto Mark Webber e Sebastian Buemi nella classifica dei tempi. Il brasiliano del "cavallino rampante" ha fatto segnare il miglior crono del ciclo di Barcellona, che riprenderà dall'8 all'11 marzo, in sostituzione delle prove originariamente previste in Bahrain.

In totale sono stati 121 i giri percorsi da Massa con la Ferrari F150th Italia, che aggiunge altre note positive alla sua affidabilità. Il lavoro degli uomini di Maranello si è incentrato principalmente sulla comparazione dei vari tipi di gomme in diverse condizioni di carico di benzina e su diversi assetti della vettura.

Alla fine, il giudizio del pilota paulista non poteva che essere positivo, per il buon esito dell'impegno e per essere stato l'unico a sfondare la barriera del minuto e ventitre secondi. Queste le sue parole: "Il bilancio dei test svolti fino ad oggi è felice. Abbiamo percorso tantissimi chilometri e credo che siamo la squadra che ne ha messi insieme di più di tutti. Sia io che Fernando abbiamo fatto una vera e propria simulazione di gara e abbiamo provato tutti i tipi di gomme Pirelli con diversi livelli di benzina".

Massa, però, non si sbilancia: "Dove siamo rispetto agli altri? Non lo so, finché non faremo tutti le stesse cose nello stesso momento, cioè la prima gara, non lo sapremo con certezza. Sicuramente la Red Bull va molto forte, questo è un fatto. Oggi (ieri, ndr.) abbiamo segnato un bel tempo e credo che non siamo fuori dal mondo: però anche Rosberg domenica è stato rapido e non possiamo certo escludere la McLaren o altre squadre".

Parlando dei nuovi pneumatici, Felipe conferma quanto già detto da alcuni suoi colleghi: "E' una facile previsione dire che ci saranno più pit-stop rispetto al recente passato. Il degrado è più elevato e salvaguardare le gomme non sarà certo facile. E' vero che c'è un buon grip, soprattutto con le mescole più soffici, mentre quelle medie e dure non sono altrettanto buone sotto questo punto di vista, pur avendo un degrado simile alle altre. Per quello che si è visto finora, ciò significa che le strategie di gara potranno essere molto diverse rispetto al passato".

Test di Barcellona, i tempi di ieri:

01. Massa Ferrari 1'22"625 121 giri
02. Webber Red Bull-Renault 1'23"442 + 0"817 69
03. Buemi Toro Rosso-Ferrari 1'23"550 + 0"925 90
04. Heidfeld Renault 1'23"657 + 1"032 95
05. Hamilton McLaren-Mercedes 1'24"003 + 1"378 107
06. Maldonado Williams-Cosworth 1'24"057 + 1"432 121
07. Sutil Force India-Mercedes 1'24"177 + 1"552 64
08. Perez Sauber-Ferrari 1'24"515 + 1"890 74
09. D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1'26"501 + 3"876 50
10. Schumacher Mercedes 1'27"079 + 4"454 114
11. Trulli Lotus-Renault 1'29"992 + 7"367 18

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: