GP Australia: vince Vettel davanti ad Hamilton, terzo Petrov, quarto Alonso

vettel

Sebastian Vettel vince il Gran Premio d'Australia di Formula 1. Il campione del mondo in carica guadagna il successo nella sfida inaugurale della stagione 2011, mettendo la sua Red Bull davanti alla McLaren di Lewis Hamilton. Si ripete così il risultato delle qualifiche.

Terzo posto per la Renault di Vitaly Petrov, giunto al traguardo prima di Fernando Alonso, quarto con la sua Ferrari. Dietro di loro Mark Webber, Jenson Button e Felipe Massa, settimo dopo la squalifica di Sergio Perez e Kamui Kobayashi, per irregolarità all'ala posteriore dello loro Sauber.

Cronaca della corsa

Prima dell'avvio delle danze si osserva un minuto di silenzio in onore delle vittime del terremoto in Giappone. Un gesto doveroso, che gli uomini del Circus sentono il bisogno di fare, perché la Formula 1 ha pure un cuore. Poi l'attenzione si sposta sul semaforo, in attesa del verde di Melbourne, che darà il via alla 27ª edizione del Gran Premio d'Australia.

Dopo pochi istanti scatta il primo appuntamento del mondiale 2011, carico di incertezze. Buona la partenza di Vettel ed Hamilton, ma Webber sorprende l'inglese della McLaren, che recupera. Alonso scivola in nona posizione, mettendo ansia nell'animo dei tifosi Ferrari. Lo spagnolo è però pronto al recupero, con la grinta che lo contraddistingue.

Rientrano ai box Schumacher e Alguersuari, protagonisti di un contatto nelle fasi iniziali della sfida. Mentre Button tenta di superare Massa, Alonso guadagna posizioni, scalando la classifica. In testa è sempre Vettel a guidare il gruppo, seguito da Hamilton e Webber. Quest'ultimo perde terreno a vista d'occhio sul più veloce compagno di squadra.

Prosegue il duello tra Button e Massa, che resiste abilmente agli attacchi del rivale inglese. E' una bella lotta, capace di suscitare l'interesse del pubblico, con Alonso in fase di avvicinamento. Lo spagnolo del "cavallino rampante" gira quasi un secondo più rapido di Button, mettendogli pressione alle spalle.

All'undicesimo giro il pilota britannico supera Massa, ma tagliando la traiettoria. Dovrebbe restituire la posizione, ma ci pensa la direzione gara a punirlo con un drive through. Nel passaggio successivo Webber rientra ai box, per il primo pit stop della corsa. Anche Alonso, che ha scavalcato Massa, svolge la stessa pratica, come altri protagonisti della sfida. Vettel si ferma al 14° giro, poi tocca ad Hamilton.

L'asturiano di Maranello, con le gomme morbide, si lancia alla rincorsa, segnando il giro record. Anche gli altri big scelgono la stessa mescola, tranne Webber, che opta per le coperture dure. Il divario tra i due di testa supera i 6 secondi, con Vettel chiaramente lanciato verso il primo successo stagionale. La situazione è tranquilla dopo il 20° giro, senza lotte effervescenti in pista.

Colpisce il doppiaggio ai danni di Schumacher, che si ritira. Un fine settimana decisamente grigio per il tedesco, la cui stagione non inizia nel modo migliore. Al 23° passaggio Barrichello effettua un avventuroso tentativo di sorpasso su Rosberg, costringendo anche l'altra Mercedes all'abbandono. I commissari puniscono il brasiliano per la sua condotta, davvero azzardata.

In pista Webber gira su tempi molto alti, permettendo a Petrov ed Alonso di avvicinarsi. Si profila una bella lotta per il terzo posto. L'australiano, che ha sbagliato la scelta delle gomme, rientra ai box, aprendo le porte ai due rivali. Al 28° giro Alonso fa visita alla pitlane, montando ancora le morbide. Quando torna in pista vola, con il chiaro obiettivo di agguantare il terzo posto.

Anche Massa fa il suo pit-stop, ma istalla le coperture dure. Nelle posizioni di testa, intanto, cresce il vantaggio di Vettel su Hamilton, che supera i 9 secondi. L'asso di Stevenage fa un banale fuori pista, subito recuperato, ma sembra che il fondo della sua McLaren abbia subìto dei danni. Il tedesco della Red Bull torna ai box al 36° passaggio, mettendo le dure. Poco dopo tocca ad Hamilton.

Sosta anche per Petrov, mentre Alonso si lancia all'assalto di Webber. I due sono vicinissimi e l'asturiano passa avanti quando il pilota di casa cambia le gomme al 41° giro. Poi tocca ad Alonso fermarsi, per mettere le dure. L'alfiere del "cavallino rampante" rientra in pista davanti all'avversario, ma Webber si avvicina minaccioso, con il vantaggio delle gomme morbide. Il pilota spagnolo respinge l'assalto e aggiunge altre note positive alla sua gara, compromessa dalla partenza.

Massa, intanto, si mette in mostra con le nuove coperture, segnando il giro più veloce della corsa. Gli occhi di tutti sono però puntati su Petrov, che resiste al tentativo di rimonta di Alonso, costretto ad accontentarsi del quarto posto. Il pilota russo giunge terzo, alle spalle di Vettel ed Hamilton. Per il campione del mondo in carica è un grande trionfo, in una gara non certo noiosa. Complimenti!

Aggiornamento

Dopo la bandiera a scacchi le due Sauber di Sergio Perez e Kamui Kobayashi sono state squalificate, per irregolarità all'ala posteriore. Quindi Massa passa al settimo posto, davanti a Sebatien Buemi, Adrian Sutil e Paul di Resta.

Ordine d'arrivo:

01. Vettel Red Bull-Renault 1h29:30.259
02. Hamilton McLaren-Mercedes + 22.297
03. Petrov Renault + 30.560
04. Alonso Ferrari + 31.772
05. Webber Red Bull-Renault + 38.171
06. Button McLaren-Mercedes + 54.300
07. Perez Sauber-Ferrari + 1:05.800
08. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1:16.800
09. Massa Ferrari + 1:25.100
10. Buemi Toro Rosso-Ferrari + 1 giro
11. Sutil Force India-Mercedes + 1 giro
12. Di Resta Force India-Mercedes + 1 giro
13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1 giro
14. Heidfeld Renault + 1 giro
15. Trulli Lotus-Renault + 2 giri
16. D'Ambrosio Virgin-Cosworth + 3 giri

Giro più veloce:

Massa, 1:28.947

Classifica Conduttori:

01. Vettel 25 punti
02. Hamilton 18
03. Petrov 15
04. Alonso 12
05. Webber 10
06. Button 8
07. Massa 6
08. Buemi 4
09. Sutil 2
10. di Resta 1

Classifica Costruttori:

01. Red Bull-Renault 35 punti
02. McLaren-Mercedes 26
03. Ferrari 18
04. Renault 15
05. Toro Rosso-Ferrari 4
06. Force India 3

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: