Adrian Newey: "La McLaren ha compiuto dei progressi copiando noi"

newey

Il cambio di passo della McLaren, che ha sorpreso tutti dopo le poco esaltanti prove invernali del team di Woking, è in buona parte ascrivibile all'adozione di un sistema di scarico simile a quello della Red Bull, in luogo di quello precedentemente usato, che sfoggiava complesse geografie a polipo.

La MP4-26, apparsa poco rassicurante nei test collettivi di preparazione al campionato, è cresciuta sensibilmente nel Gran Premio d'Australia di Formula 1, chiuso da Lewis Hamilton al secondo posto. Un progresso improvviso e inatteso, almeno in questa misura.

Adrian Newey, geniale progettista della Red Bull, spiega così l'inversione di tendenza: "La McLaren ha fatto un enorme salto in avanti copiando i nostri scarichi. Sembra che la soluzione scelta da noi funzioni anche per loro. E' una cosa che mi lusinga da un certo punto di vista, ma sarebbe un dolore se ci battessero con essa".

L'ingegnere britannico, direttore tecnico del team di Dietrich Mateschitz, ha fatto queste affermazioni presso la sede del RAC a Londra, dove ha raccolto il prestigioso trofeo dedicato al compianto Henry Segrave, che premia chi ha ottenuto risultati degni dei suoi primati di velocità su terra e in acqua.

Dice Newey: "Ricevere un tale riconoscimento mette i brividi sulla schiena, anche in virtù dei personaggi che l'hanno ottenuto in passato. Mi sento molto onorato". Qualche nome della lista? Eccovi accontentati: Malcolm e Donald Campbell, Stirling Moss, Bruce McLaren, Jackie Stewart, Barry Sheene, Nigel Mansell, Damon Hill e Lewis Hamilton.

Via | Thef1times.com

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: