ALMS. Primi test per Brabham e la Courage Acura

Acura Courage 75 Highcroft


David Brabham, figlio di Sir Jack, si sta preparando ad affrontare la stagione 2007 ALMS di nuovo con i prototipi, in particolare con la Courage LC75 motorizzata dal nuovo motorista Acura (almeno per ora) che si affaccia sul panorama LMP2 dovendo fronteggiare soprattutto la Porsche.
Dopo due anni di passaggio in GT1 con la Aston prima ed in GT2 con la Panoz poi, ritorna al vecchio amore dei prototipi con una scommessa non facile, ma supportata dalla Highcroft Racing.
Per il momento, parole sue, è eccitato dall'essersi riservato questo sedile con con la scuderia di Duncan Dayton.

"Non so da dove cominciare per dire come mi senta in questo momento. Lavorare con la Highcroft e la Acura in questa nuova avventura è un'opportunità fantastica. E' un programma emozionante e sono contento di essere parte di questa nuova era nelle competizioni automobilistiche."
A detta di Brabham la cosa più emozionante è poter sviluppare un'auto estrema e tentare di ampliare i limiti già alti per andare ancora più forte, dopo un lavoro a stretto contatto con tutti i tecnici. La professionalità del team, e la disponibilità di una sede eccezionale completano un quadro che in queste prime fasi ha dell'emozionante.
Ad accompagnare Brabham ci sarà il boss Dayton a Sebring, Petit Le Mans e Laguna Seca, mentre la seconda guida è ancora da decidere. Ma per il momento la presenza del solo David basta per confidare in uno sviluppo ideale per la Acura Courage, soprattutto in virtù della sua vasta esperienza maturata con più scuderie.
Per il momento sono partiti i primi test di Brabham condotti ad Homestead dopo che già Duncan ed Andy Wallace avevano affrontato le prime prove.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: