F1, Arrivabene: La F15-T è stata disegnata per Raikkonen

Il team manager si prende i meriti di una fondamentale intuizione: la Ferrari F15-T ha una diversa ripartizione dei pesi, suggerita per avvantaggiare Raikkonen.

Un primo piano di Kimi Raikkonen

Maurizio Arrivabene ha fornito una spiegazione per motivare i convincenti risultati di Kimi Raikkonen, tornato competitivo dopo un 2014 passato nell’ombra. Il team principal della Scuderia ritiene che i meriti vadano attribuiti quasi essenzialmente alla Ferrari F15-T (e ad una sua fortunata intuizione).

Ricordo quando parlai con Simone Resta e Rory Byrne. Era lo scorso dicembre e stavamo guardando uno fra i primi bozzetti della nuova monoposto – racconta Arrivabene –. Gli chiesi se fosse stato possibile modificare la distribuzione dei pesi e favorire l’anteriore, perché sapevo che Kimi predilige le auto più cariche davanti. Allo stesso tempo mi avevano detto che per Vettel non sarebbe cambiato granché”. I due tecnici hanno chiesto sei mesi per apportare tali modifiche, ma il team manager voleva l’auto pronta nella metà del tempo.

Mi hanno detto che avrebbero dovuto lavorare notte e giorno. Gli ho risposto ‘va bene, lavorerò insieme a voi per tutto il tempo necessario”. Arrivabene termina poi l’intervista con Autosport lodando Sebastian Vettel, definito una persona fantastica, onesta ed incapace di trovare scuse. Si veda l’esempio del GP del Bahrain. “Ha commesso un errore e non si è nascosto dietro scuse o giustificazioni. Per questo motivo lo apprezzo molto – spiega il 58enne bresciano –. Mi stupisce che rimanga umile nonostante i successi ottenuti”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail