F1: Williams, perdita di oltre 50 milioni

Il team di Grove è fiducioso per le prossime annate: "Messa una base solida per il futuro"

Frank Williams

Williams F1 – La Williams è in rosso. Non dal punto di vista estetico, diventando un clone della Ferrari, ma a livello economico: il team di Grove ha annunciato una perdita di 42.5 milioni di sterline, quasi 60 milioni di euro al cambio attuale, nel bilancio 2014. Dunque, le ingenti spese per tornare competitiva in Formula 1 si sono fatte sentire notevolmente, anche se i risultati in pista sono stati buoni nell’ultima stagione.

Proprio per questo, non c’è particolare preoccupazione all’interno del team, anzi molta fiducia di aver posto “una base solida per il futuro”. Tra l’altro, questo deficit è legato principalmente ai pessimi risultati del 2013 (nono posto tra i costruttori) e anche al cambio di regolamento sui motori: “L’introduzione delle nuove power unit – si legge nel comunicato ufficiale del team – ha portato ad un esborso di liquidi non indifferente”.

Lo scorso anno la Williams è tornata competitiva, dopo una serie di anni bui, ed ha chiuso al terzo posto nella classifica costruttori, confermato anche attualmente nella stagione 2015, dopo le prime quattro gare e già con 38 punti di vantaggio sulla Red Bull. “Abbiamo potuto verificare la bontà degli investimenti su personale, tecnologia e strutture”, dicono da Grove. Queste perdite non fermeranno la crescita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail