Calendario Formula 1 2016: prime indiscrezioni

Le gare saranno 21 ed inizieranno qualche settimana più tardi rispetto al 2015. Allo stesso tempo si accorcierà la pausa estiva.

Hamilton a Silverstone

La Formula One Management ha confermato il furto di una versione provvisoria del calendario 2016, non ancora approvato e per questo motivo suscettibile di variazioni. La veridicità della bozza è in parte confermata da quanto trapelato nella giornata di ieri, quando gli organizzatori del GP d’Australia hanno assicurato che la gara inizierà alcune settimane più tardi rispetto alla consuetudine: il GP d’esordio verrà infatti posticipato al 3 aprile. I responsabili della FOM hanno comunque ammesso che il documento riflette le reali intenzioni, ma non si sono espressi nel merito di alcune questioni ancora irrisolte: ad esempio non è chiaro se il GP d’Italia continuerà ad essere incluso nel calendario oppure se verrà eliminato. Il GP della Germania si svolgerà come da programma ad Hockenheim, due settimane prima dell’inedita gara in Azerbaijan (GP d’Europa).

Il calendario provvisorio

3 aprile: GP d’Australia (Albert Park)
10 aprile: GP della Cina (Shanghai)
24 aprile: GP del Bahrain (Sakhir)
1 maggio: GP della Russia (Sochi)
15 maggio: GP della Spagna (Barcellona)
29 maggio: GP di Montecarlo
12 giugno: GP del Canada (Montreal)
26 giugno: GP della Gran Bretagna (Silverstone)
3 luglio: GP d’Austria (Red Bull Ring)
17 luglio: GP d’Europa (Baku)
31 luglio: GP della Germania (Hockenheim)
7 agosto: GP dell’Ungheria (Hungaroring)
28 agosto: GP del Belgio (Spa)
4 settembre: GP d’Italia (Monza)
18 settembre: GP di Singapore (Marina Bay)
25 settembre: GP della Malesia (Sepang)
9 ottobre: GP del Giappone (Suzuka)
23 ottobre: GP degli Stati Uniti (Austin)
30 ottobre: GP del Messico (Città del Messico)
13 novembre: GP del Brasile (Interlagos)
27 novembre: GP di Abu Dhabi (Yas Marina)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail