Formula 1: il Team Lotus di Tony Fernandes manterrà la denominazione

team_lotus Il Team Lotus, la squadra di Tony Fernandes, potrà continuare ad usare la denominazione Team Lotus per la sua squadra di Formula 1. Il verdetto è stato espresso oggi dall'Alta Corte di Londra, nell'ambito della disputa legale che aveva contrapposto la formazione alla Lotus Renault, collegata al Group Lotus, il costruttore delle vetture stradali.

Pur avendo violato un accordo di licensing con Group Lotus, il tribunale inglese non ha individuato gli estremi per privare il Team Lotus della sua denominazione, dal momento che, semplicemente, niente e nessuno vietava nello specifico l'utilizzo della stessa alla compagine di Fernandes. Il quale si è comunque detto dispiaciuto per il comportamento tenuto dalla casa automobilistica, che ha deciso di interrompere l'accordo a fine 2010, dopo aver assicurato a Fernandes stesso una partnership stabile nel tempo.

Adesso l'imprenditore malese può finalmente dedicarsi allo sviluppo dei due brand che controlla: quello del Team Lotus, appunto, e quello di Caterham Cars, acquisito nelle scorse settimane. "Porteremo questi due marchi sotto il comune ombrello della Caterham Team Lotus, che vedrà introdurre nuovi modelli Caterham e nuove attività per il Team Lotus in tutto il mondo".

Il giudice Peter Smith ha d'altra parte riconosciuto alla Lotus Renault il diritto di usare la dicitura "Lotus" nella sua denominazione, e quello di mantenere l'attuale livrea nero-oro. Il Team Lotus dovrà pagare i danni alla squadra anglo-francese per la violazione dell'accordo di licensing precedentemente menzionato.

Commentando la sentenza, il Group Lotus ha affermato che presenterà appello e si è detto preoccupato della confusione che perdurerà tra il pubblico. Tramite il suo rappresentante legale infine, la casa ha ribadito che la situazione attuale vede "questioni che richiedono ancora chiarimenti" e che farà di tutto per ottenerli.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: