F1: Ricciardo lusingato dall'interesse di Ferrari

Red Bull ha il materiale tecnico ed umano per recuperare lo svantaggio. Ricciardo pertanto esprime fedeltà, ma se arrivasse un'offerta da Maranello...

Un primo piano di Daniel Ricciardo

La vigilia del Gp di Silverstone viene agitata da alcune sibilline dichiarazioni rilasciate da Daniel Ricciardo, che si definisce assetato di vittorie e ritiene irrinunciabile un eventuale approccio dalla scuderia di Maranello. “Vincere è l’unico pensiero a cui dedico le mie attenzioni. Non mi interessa nient’altrocommenta il pilota della Red Bull –. Non siamo competitivi e ciò mi pesa, soprattutto in questa fase della mia carriera”.

Premesso ciò, il 25enne australiano parla del suo contratto (che scadrà a fine 2016) e ritiene complicato abbandonare la scuderia di Milton Keynes. “Con i contratti non è mai possibile dire ‘si andrò alla Ferrari e così sarà’. Ci sono determinate questioni da risolvere, e per quanto ne capisco al momento è improbabile che possa andar via – prosegue Ricciardo –. Però sono certo che Red Bull introdurrà dei miglioramenti nella prossima stagione e che torneremo a lottare per vincere. Abbiamo le persone e gli ingredienti per farlo. Ci manca solo quel passo in avanti”. Tuttavia…

Tornando al discorso legato a Ferrari. E’ piacevole avere la stima di un team cosi prestigioso, quindi accetto i complimenti e vedo cosa succederà – le sue parole, riportata da Motorsport –. Non posso escludere nulla, ma le situazioni possono cambiare e nessuno conosce quello che può verificarsi nel futuro”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: