L’ultimo saluto a Jules Bianchi: “Una morte ingiusta”

Tanti colleghi presenti alle esequie: da Hamilton a Vettel, da Massa a Ricciardo

Il funerale di Jules Bianchi

Jules Bianchi - Si sono svolte questa mattina a Nizza le esequie di Jules Bianchi, lo sfortunato pilota francese morto nella notte tra venerdì e sabato, dopo oltre nove mesi di coma seguenti al drammatico incidente nel finale del Gp del Giappone 2014. Tantissimi i presenti, tra colleghi, vertici della Formula 1 e tanta gente comune, che ha voluto salutare un ragazzo amato da tutti.

La morte di Jules è profondamente ingiusta - le parole del sacerdote, che ha celebrato la funzione funebre, presso la cattedrale di Santa Riparata della sua città - però ha reso il suo sogno una realtà e quindi Jules era felice”. Come mostrava in ogni giorno nel paddock (ma anche fuori), con quel sorriso sempre presente e quella grande umanità.

Come detto, erano presenti tantissimi piloti: dal campione del mondo Hamilton a Rosberg, da Vettel a Massa, da Ricciardo a Hulkenberg, che hanno formato un cerchio attorno al feretro, al termine della funzione. Per dare un ultimo saluto al loro collega, che ora verrà trasferito a Montecarlo, dove il feretro verrà cremato. Ciao Jules!

Fotocredit Twitter BBC

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail