Targa Florio: Redman, Attwood e De Cadenet al museo di Collesano

La struttura madonita continua a suscitare interesse, su scala mondiale. Numerose le visite importanti.

museo.jpg

A distanza di due anni dall'ultima visita, hanno fatto ritorno al Museo Targa Florio di Collesano tre assi del volante che rispondono al nome di Brian Redman, Richard Attwood e Alain De Cadenet, grandi ed indimenticati protagonisti della leggendaria gara siciliana.

Redman ha partecipato complessivamente quattro volte alla sfida automobilistica madonita, vincendo la 54ma edizione dopo un appassionante duello con la Ferrari 512S di Vaccarella-Giunti, classificatisi al terzo posto dietro l’altra Porsche 908/3, quella di Kinnunen-Rodriguez.

Meno fortunata la partecipazione alla 55ma Targa Florio nel corso della quale Redman, uscito di strada nel corso del primo giro, vide svanire le sue speranze di vittoria tra le fiamme della sua Porsche 908/3. Nel 1973 Redman partecipava alla 57ma Targa Florio in coppia con Jacky Icks al volante di una Ferrari 312P ma nel corso del terzo giro il pilota belga, ben saldo al secondo posto sino a quel momento dietro l’Alfa Romeo 33TT12 di De Adamich Stommelen, usciva rovinosamente di strada nel tratto tra Scillato e Collesano infrangendo ogni possibilità di vittoria.

Richard Attwood, nato a Wolverhampton il 4 aprile del 1940, con alle spalle un'importante carriera nelle competizioni automobilistiche (16 partenze in F1 ed una vittoria alle 24 Ore di Le Manss nel 1970 con Hans Herrmann su Porsche 917), ha partecipato tre volte alla Targa Florio e più precisamente nel 1969 in coppia con Redman su Porsche 908/2, con ritiro all’8° giro; nel 1970 su Porsche 908/3, in coppia con Waldegärd, quinto posto assoluto ed infine nel 1971 su Lola-Ford T212, avendo come copilota Joakim Bonnier, terzi assoluti nella classifica generale.

Alain de Cadenet, nato a Londra il 27 novembre 1945, presentatore di Speed Channel e gentleman driver in numerosi eventi motoristici, ha partecipato alla 54ma e alla 55maTarga Florio (nel 1970 al volante di una Porsche 911S 2000, copilota Mike Ogier, 15° posto nella classifica generale e 2° posto nella classe 2000 e, nel 1971, su Lola Ford T212, copilota David Weir, usciti dalla corsa per incidente al 4° giro). Alain De Cadenet è tra l’altro il protagonista del film “Piston Passion and Sicilian Pleasure A Sicilian Dream” una pellicola, prodotta dall’inglese Dave Biggins, che verrà presentata al pubblico d’oltre Manica il 19 ottobre in un cinema londinese.

All’incontro con i piloti inglesi è intervenuto anche Nino Vaccarella, vincitore delle Targa Florio del 1965, 1971 e 1975, che insieme al Presidente dell’Automobile Club di Palermo, Angelo Pizzuto, al Sindaco della Città di Collesano, Angelo Di Gesaro, al Curatore del Museo, Giuseppe Valenza, ha fatto gli onori di casa.

  • shares
  • +1
  • Mail