Gp Giappone F1 2015, Arrivabene: "Un risultato che mostra progressi"

Segnali positivi dalla Ferrari sulla pista di Suzuka, anche se il terzo e quarto posto potrebbero sembrare deludenti rispetto al successo di Singapore.

xxxx during practice for the Formula One Grand Prix of Japan at Suzuka Circuit on September 25, 2015 in Suzuka.

Gp Giappone F1 2015 – Dopo la vittoria sul circuito di Marina Bay, qualcuno potrebbe giudicare con perplessità la soddisfazione degli uomini Ferrari per il terzo e quarto posto di Suzuka. Guardando, però, allo scenario ambientale - considerato il più ostico fra quelli di fine stagione per la scuderia del “cavallino rampante”- si possono vedere le cose sotto una luce diversa.

Una buona partenza ed una gara molto decisa hanno permesso a Sebastian Vettel di concludere alle spalle delle due Mercedes. Prova intensa e senza errori per Kimi Raikkonen, giunto a ridosso del podio.

Il team principal Maurizio Arrivabene apprezza il fatto che il divario nei confronti delle monoposto delle “stella” sia sceso anche su un tracciato “problematico” come quello giapponese. Ecco le sue parole sul sito ufficiale del team italiano: “Quando non si vince non si può mai essere del tutto contenti, però credo che il risultato di Suzuka non debba essere messo a confronto con quello di una settimana fa a Singapore, ma piuttosto con Silverstone, una pista che ha caratteristiche simili. Se ripensiamo al GP di Gran Bretagna, vediamo che il divario che avevamo allora dai nostri principali avversari si è oggi ridotto. Ciò significa che c’è stato un grande sviluppo in tutti i settori, ad iniziare dalla motorizzazione”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: