Citroen: dal 2017 addio al WTCC. Un anno di stop nel WRC

Nessuna comunicazione sul futuro dei piloti. Ad eccezione di Loeb, che darà addio al WTCC per concentrarsi sulla Dakar.

Una DS3 nel mondiale rally

Citroen ha annunciato di voler in parte rivedere il suo impegno del motorsport, dando addio al campionato WTCC e prendendosi una sorta di anno sabbatico dal WRC. Entrambe le decisioni sono ufficiali ed hanno ricevuto la benedizione di Linda Jackson, numero uno dell’azienda francese, secondo cui dopo “otto titoli mondiali e un record di 94 vittorie, Citroën ha certamente goduto di un successo senza pari nel WRCleggiamo su La Gazzetta dello Sport –. Il rally è uno sport affascinante, che sta decollando come interesse e che, con una nuova generazione di vetture, nel 2017, vedrà il nostro rinnovato impegno. E tutto sarà pronto per scrivere un altro capitolo della nostra storia”.

Il Double Chevron abbandonerà pertanto il campionato rally alla fine della stagione 2015 e tornerà a parteciparvi dal 2017, quando verrà introdotto il nuovo regolamento tecnico. Allo stesso tempo dal 2017 terminerà l’impegno della casa nel WTCC.

Non abbiamo mai nascosto il nostro interesse per il regolamento tecnico 2017 del WRC, e l'intero team è motivato per la prossima sfida – il commento di Yves Matton, a capo di Citroen Motorsport –. Avremo la possibilità di usare il motore della C-Elysée come base per quello del WRC 2017. Nella prossima stagione porteremo avanti i nostri progetti nel Junior WRC e nel WRC2”. La casa francese non ha fornito dettagli sul futuro dei piloti. Tale decisione influisce anche sul futuro stesso del WTCC, visto che il Double Chevron schiera ad oggi quattro auto nel team ufficiale ed una quinta nel team satellite.

  • shares
  • Mail