F1: Raikkonen "Mi mancano i tracciati storici, come Magny-Cours"

L'appello del finlandese non sarà raccolto da Ecclestone: l'anno prossimo debutterà la gara di Baku

Un primo piano di Raikkonen

Raikkonen F1 - Il dibattito è uno dei più caldi dell’ultimo decennio: l’addio a piste storiche per andare in paesi dove la Formula 1 non è popolare e cercare di conquistare nuovi mercati, per incrementare i ricavi. Bernie Ecclestone è il fautore di questo cambiamento, che non è piaciuto a molti appassionati di vecchia data e nemmeno a più di un pilota, tra cui Kimi Raikkonen.

Il pilota della Ferrari è il più anziano nel Circus, con i suoi 36 anni, e sogna il ritorno su alcuni circuiti che hanno fatto la storia di questo sport: “Era fantastico andare a Magny-Cours, ad esempio - le sue parole a f1i.com - Qualcuno può non essere d’accordo, c’era poca gente, ma è uno dei miei tracciati preferiti. Mi piacciono le vecchie piste, erano più belle e facili da raggiungere”.

C’è un altro aspetto sottolineato dal finlandese, legato ai tracciati moderni: “Sono tutti molto simili. Non dico siano brutti, ma sono stati tutti progettati dalla stessa persona”. L’appello del ferrarista non verrà però raccolto, visto che l’anno prossimo è in programma un nuovo Gp a Baku, in Azerbaigian. Non proprio un paese dove la Formula 1 può mostrare storia e tradizione...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail