Le scelte Pirelli per il Gp Monaco F1 2016

Si avvicina il rendez-vous con l'evento più glamour del calendario agonistico. I motori sono pronti a rombare in Costa Azzurra.

pirelli.jpg

Gp Monaco F1 2016 – Tutto pronto per la sfida di Monte Carlo, dove i cavalieri del Circus torneranno a confrontarsi per un nuovo atto della stagione agonistica. Nel salotto dei Grimaldi andrà in scena l'appuntamento più scintillante dell'anno, in una cornice fiabesca come poche altre.

Fra hotel di lusso, yacht da favola, casinò e boutique da nababbi le monoposto da Gran Premio torneranno a scatenare la loro energia, sullo stretto e tortuoso percorso del Principato di Monaco.

In questa cornice farà il suo debutto la tanto attesa mescola P Zero Purple ultrasoft, accanto alla P Zero Red supersoft e alla P Zero Yellow soft: i tre pneumatici più morbidi della gamma. Si tratta della miscela ideale per le condizioni di basso grip e basse velocità del circuito cittadino di Montecarlo, dove l’accento è sempre sul grip meccanico degli pneumatici.

La pista dal punto di vista degli pneumatici

-Il circuito stradale offre pochissimo grip e un notevole grado di evoluzione dell’asfalto nel corso del weekend.
-Consumo e degrado sono i più bassi di tutto l’anno, rendendo possibili le strategie di una sola sosta anche sulle mescole più morbide.
-Per la strategia ideale va considerata un’alta probabilità di safety car e le difficoltà di sorpasso.
-Con poca percorrenza significativa finora sulle ultrasoft, scese in pista a febbraio in Spagna, le prove libere del giovedì (a Montecarlo la F1 non prova il venerdì) sono determinanti.
-Qui si registrano le velocità medie più basse dell’anno, quindi portare in temperatura i pneumatici è cruciale per avere le massime prestazioni.
-I team usano componenti speciali per Monaco, come piantoni degli sterzi specifici. 

  • shares
  • Mail