McLaren, Neale: "I rischi hanno dato i loro frutti"

neal

Jonathan Neale ammette che il suo team ha dovuto osare per ridurre il gap dalla Red Bull. Il managing director della McLaren lega la crescita prestazionale della MP4-26 alle scelte coraggiose effettuate negli ultimi tempi. Questo progresso nelle performance, sigillato dai successi di Lewis Hamilton in Germania e Jenson Button in Ungheria, consegna al team di Woking una certa fiducia per il futuro. Neale spiega la ricetta seguita: "Abbiamo preso dei rischi, perché era necessario farlo visto il gap dalla Red Bull, osando sia in termini di macchina che di impegno dei piloti, anche a costo di commettere errori".

"I nostri drivers -prosegue il manager britannico- possono ora contare su una monoposto più efficace, che li rilassa dal punto di vista psicologico. Lewis e Jenson sanno di avere un pacchetto competitivo e anche i tecnici lavorano meglio. Direi che l'intero sistema McLaren ha cominciato a prendere un po' di respiro, per quanto ciò sia possibile in un mondo competitivo come quello della F1".

L'impegno, però, deve proseguire per il resto del campionato: "Il nostro sport non permette di sedersi, perché tutti lavorano alacremente per progredire. Nel momento in cui esita si perde terreno rispetto alla concorrenza". Il sogno della McLaren è di vincere uno dei due titoli in palio, ma Neale capisce benissimo che la speranza è flebile: "Il successo iridato è molto difficile, ma finché la matematica ci darà una speranza continueremo a lottare. Prima di tutto, però, abbiamo un grande appetito di successo, che vogliamo saziare vincendo tante gare".

Via | Planet-f1.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: