Barrichello: "La Williams dovrebbe tenermi per il 2012"

barrichello

Rubens Barrichello ammette la sua frustrazione per il caos che regna in Williams, dove è incerta la sua permanenza come titolare dopo il 2011. Secondo il pilota brasiliano il team di Grove dovrebbe mantenere l'attuale line-up nella prossima stagione, invece di pensare a sostituire lui con un giovane collega a pagamento. Le sue osservazioni nascono dalle voci relative all'interesse della squadra inglese per un secondo driver con la valigia da affiancare a Pastor Maldonado.

Questo potrebbe portare all'uscita di Barrichello dal mondo dorato della Formula 1. Il paulista, che ha disputato 316 Gran Premi, ammette però dei contatti con altre squadre, nel tentativo di evitare la prospettiva qualora fosse costretto a lasciare la squadra: "Ho parlato del mio futuro anche con altri, ma vorrei restare dove mi trovo. La mia sensazione è che, in assenza di problemi finanziari, la Williams dovrebbe lasciare le cose come stanno, con un pilota di grande esperienza e molto motivato, insieme a un giovane rampante, che vuole crescere in fretta. Avere due interpreti con poca esperienza per l'anno prossimo non sarebbe la scelta migliore".

Per assicurarsi il posto Barrichello sta cercando di fare del suo meglio, non avendo altro da offrire. Il brasiliano crede di poter ottenere dei risultati molto luminosi con una macchina all'altezza, perché le sue doti sono ancora buone: "Mi trovo ancora nel Circus perché amo quello che faccio. Mi sento competitivo e penso di potere dire la mia con una monoposto incisiva. Non mi piace fare la comparsa. Ho ancora voglia di guidare una F1".

Il desiderio di restare nell'ambiente potrebbe però non durare a lungo. Rubens ha già fatto capire in una precedente intervista che si ritirerà alla fine della stagione 2013. Improbabile vederlo in griglia nel 2014: "Fra tre anni arriveranno i nuovi motori, ma allora non sarò più nel Circus. Forse mi troverò a Disneyland a mangiare hamburger e a divertirmi sulle montagne russe". Ovviamente la sua non sarà una vita da "pensionato" comune: "Non posso vivere senza velocità, che sia un kart o qualcos'altro. Forse -ha aggiunto scherzando- inizierò a lanciarmi con un paracadute e a fare altre cose folli, alla ricerca di una scarica di adrenalina".

Via | Thef1times.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: