Mestelan: "La Formula E è il futuro, a breve DS vuole il titolo"

Intervista con Xavier Mestelan, direttore di DS Performance, sulla Formula E e gli obiettivi del DS Virgin Racing team nel campionato elettrico

Xavier Mestelan

Il Salone di Ginevra 2017 propone tantissime novità per quanto riguarda il prodotto, ma nello stand DS è stata esposta anche la monoposto di Formula E, con cui viene disputato il Mondiale 2016/17. Proprio sul campionato delle vetture elettriche ci siamo soffermati con Xavier Mestelan, il direttore di DS Performance: con lui abbiamo parlato di questo innovativo campionato, giunto alla terza edizione, e degli obiettivi del team DS Virgin Racing.

Perché DS ha deciso di impegnarsi con la Formula E?
Prima di tutto perché DS è avanguardia e questa serie è avanguardia e nuove tecnologie. E queste possono essere applicate anche alle vetture di serie, incrementando così le nostre conoscenze per l’elettrico e per l’ibrido. Infine, la Formula E è molto interessante per il rapporto diretto con gli appassionati, come il voto per il Fan Boost oppure la disputa delle gare all’interno dei centri cittadini”.

Perché la Formula E avrà successo?
Perché l’elettrico e l’ibrido sono il futuro ed il motorsport è un modo molto buono per poter migliorare tutti gli aspetti, poi da portare sulle auto di serie”.

Quando sono importanti le gare nel centro cittadino per attrarre spettatori?
Nei campionati classici, come la Formula 1, gli appassionati devono spostarsi e raggiungere il luogo di gara, mentre in Formula E sono già dove si disputerà l’evento. E’ una nuova generazione di appassionati: non solo del motorsport, ma anche semplici curiosi. Ad esempio a Parigi, abbiamo visto un numero molto più elevato di donne, rispetto alle normali gare di motorsport”.

Cosa è cambiato nelle monoposto per questa stagione?
Abbiamo disegnato la macchina da un foglio bianco. Lo scorso anno abbiamo solamente iniziato la nostra avventura in Formula E, mentre quest’anno abbiamo disegnato tutto nel nostro laboratorio, con nuovo motore, cambio e design. Tutto è nuovo ed abbiamo così aumentato l’efficienza del team e della nostra monoposto”.

DS ha iniziato la stagione con il podio di Bird a Marrakesh nelle prime tre gare: con quali obiettivi DS prosegue quest’annata?
Se fino all’anno scorso volevamo semplicemente finire le gare nella miglior posizione possibile, ora il nostro obiettivo è vincere almeno una gara e chiudere nelle prime tre posizioni il campionato”.

Il preludio a diventare dei veri e propri contender per il titolo: quando DS pensa di poter puntare a questo obiettivo?
Spero il prima possibile. Stiamo lavorando duro per crescere e stiamo pensando anche al futuro, in modo da poter essere sempre più competitivi ai massimi livelli”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO