GP Azerbaijan F1 2017: piloti Ferrari verso la gara di Baku

Gli uomini del "cavallino rampante" sono pronti al confronto sulla pista di Baku, la cui planimetria urbana è particolare.

SOCHI, RUSSIA - APRIL 29:  Top two qualifiers and team mates, Sebastian Vettel of Germany and Ferrari and Kimi Raikkonen of Finland and Ferrari talk in parc ferme during qualifying for the Formula One Grand Prix of Russia on April 29, 2017 in Sochi, Russia.  (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

GP Azerbaijan F1 2017 - Ormai ci siamo: la sfida di Baku è dietro l'angolo. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen sono pronti a confrontarsi con le insidie del nastro d'asfalto nel cuore della capitale sul Mar Caspio. L'obiettivo è quello di portare la Ferrari sul gradino più alto del podio, superando la concorrenza della Mercedes e degli altri team.

Il confronto sarà intenso, perché ognuno dei protagonisti cercherà di fare del suo meglio, su un tracciato che gli uomini in "rosso" definiscono "particolare". I piloti della scuderia di Maranello non si sbilanciano, ma il loro ottimismo si riesce a cogliere. Ecco le parole di Vettel:

In Canada non abbiamo fatto una gara ideale, ma credo che il nostro recupero sia stato buono. Vedremo cosa accadrà durante questo weekend. Il circuito di Baku è diverso e specifico. Lo scorso anno abbiamo svolto un buon lavoro, ottenendo un secondo posto. Avevamo avuto delle difficoltà il venerdì, poi superate nelle prove del sabato. Adesso stiamo lavorando bene all'interno del team e credo che le cose stiano andando come devono andare.

Un velo di ottimismo nelle parole del compagno di squadra Raikkonen, che parla del rapporto con il tracciato, inserito sul calendario di F1 solo lo scorso anno:

Quello di Baku è un circuito cittadino diverso da quello di Monaco, più vicino a singapore, con lunghi rettilinei e alcuni punti molto stretti. Essendo quest'anno la seconda volta che ci misuriamo col suo nastro d'asfalto, dovrebbe essere più facile per tutti, anche se le vetture, così come le gomme, sono diverse. Quanto a noi, finora siamo andati bene un po' ovunque. Siamo pronti alla battaglia. E' solo questione di mettere tutto insieme e riuscire ad essere la squadra più forte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail