GP Azerbaijan F1 2017: qualifiche Ferrari viste da Vettel e Raikkonen

Motori pronti a rombare per la gara di Baku. Gli uomini della Ferrari sono fiduciosi.

Ferrari's Finnish driver Kimi Raikkonen steers his car during the qualifying session for the Formula One Azerbaijan Grand Prix at the Baku City Circuit in Baku on June 24, 2017. / AFP PHOTO / Alexander NEMENOV        (Photo credit should read ALEXANDER NEMENOV/AFP/Getty Images)

GP Azerbaijan F1 2017 - Le prove di qualificazione hanno consegnato la leadership alla Mercedes, relegando la Ferrari in seconda fila, con Kimi Raikkonen davanti a Sebastian Vettel. Non è un buon risultato, anche alla luce dei divari (pesanti) accusati sulla tabella cronometrica, ma gli uomini del "cavallino rampante" pensano che in gara le cose possano andare meglio. Ecco le parole di Raikkonen:

Il tema principale del weekend è stato quello di far funzionare bene le gomme. Nelle qualifiche abbiamo avuto qualche difficoltà in più rispetto al venerdì. Se riesci a farle lavorare al 100% su di un giro vai forte. Quando riuscivamo a farlo, la macchina andava bene, ma questa sensazione cambiava di giro in giro e da un set all’altro. Non mi sentivo sicuro a spingere nella prima curva. Era facile scivolare o commettere un piccolo errore. Ero sempre al limite della prestazione, ma all’ultimo passaggio è andata meglio. La terza posizione non è così male e la accetto con piacere. Credo che abbiamo fatto il massimo che potevamo. In gara, con più giri, le gomme dovrebbero lavorare meglio. Sono fiducioso sulla possibilità di essere più vicini ai nostri avversari.

Questo il resoconto delle qualifiche fatto da Vettel, che ostenta una certa dose di ottimismo per la corsa:

Non sono del tutto contento. Non ho scuse, avrei potuto fare di meglio in qualifica. Credo di aver preso il ritmo alla fine, ma non sono riuscito a fare tutto giusto. Non siamo stati abbastanza veloci ma domenica credo che avremo qualche buona chance. In gara la nostra macchina è forte. Vediamo come andrà. Ho iniziato la mia sessione un po’ a rilento, poi a partire dalla Q2 penso di aver avuto la macchina sotto controllo. Ma la Q3 non è andata benissimo. Sono stato costretto a fermarmi alla fine della pit-lane quando è uscita la bandiera rossa e le gomme si sono raffreddate. In corsa, comunque, potrebbe essere un’altra storia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail