GP Ungheria F1 2017: vince Vettel, doppietta Ferrari

Monoposto del Circus in terra magiara, per un nuovo atto della stagione agonistica. Ferrari al top in gara. E' doppietta rossa.

Ferrari's German driver Sebastian Vettel (C) celebrates after winning the Formula One Hungarian Grand Prix at the Hungaroring racing circuit in Budapest on July 30, 2017, as second-placed Ferrari's Finnish driver Kimi Raikkonen (L) and third-placed Mercedes' Finnish driver Valtteri Bottas (R) look on. / AFP PHOTO / ATTILA KISBENEDEK        (Photo credit should read ATTILA KISBENEDEK/AFP/Getty Images)

GP Ungheria F1 2017 - Doppietta Ferrari nella sfida di Budapest. Sul circuito dell'Hungaroring le monoposto di Maranello chiudono al vertice. Successo per Sebastian Vettel, seguito dal compagno di squadra Kimi Raikkonen. Terzo posto al traguardo per Valtteri Bottas, davanti all'altra Mercedes di Lewis Hamilton. Poi Verstappen, Alonso, Sainz, Perez, Ocon e Vandoorne, che sigillano la top ten. Ecco la cronaca della corsa.

Al via le Ferrari conservano il comando delle danze, con Vettel davanti a Raikkonen. Nelle prime fasi di gara si consuma un contatto fra Ricciardo e Verstappen, che costringe il pilota australiano della Red Bull a fermarsi. Comprensibile la sua rabbia nei confronti del giovane compagno di squadra, quarto in classifica generale, fra le due Mercedes di Bottas ed Hamilton.

Entra in pista la safety car, mentre si indaga l'incidente fra le due "lattine volanti", alla ricerca di eventuali condotte illecite. La direzione gara, dopo aver valutato gli elementi, attribuisce la responsabilità a Verstappen, che dovrà scontare 10 secondi di penalizzazione al pit stop. Alla ripartenza dell'auto di sicurezza non mutano le posizioni al vertice. Intanto viene messo sotto osservazione anche il crash iniziale fra Grosjean e Hulkenberg.

Tornando alla geografia dei valori, quando il conteggio dei giri tocca quota dieci, dietro i primi cinque ci sono Sainz, Alonso, Perez, Vandoorne ed Ocon. Le Ferrari amministrano bene la situazione, con uno scarto di circa tre secondi fra loro. Al venticinquesimo giro Vettel accusa dei problemi alla guidabilità della sua "rossa", per noie al volante. Raikkonen ne approfitta per ridurre lo svantaggio, portandosi a poco più di un secondo da lui. Iniziano i pit stop al vertice, con la sosta di Bottas, seguito da Hamilton. Poi tocca a Vettel e Raikkonen, che non mutano il loro ordine.

Al quarantesimo giro è Verstappen a governare le danze, ma deve ancora fermarsi. Dietro di lui le due Ferrari e le due Mercedes, con Hamilton a caccia di Bottas. Poi Vandoorne, Hulkenberg e gli altri. Quando il pilota belga con cittadinanza olandese della Red Bull rientra ai box per sostituire le gomme, i "cavallini rampanti" e le "frecce d'argento" si portano nei piani più alti.

Vettel è costretto a una guida molto accorta, per preservare il suo comando di guida, che continua ad accusare noie. Il quartetto di testa si ricompatta. Gli ultimi giri potrebbero riservare sorprese. Al quarantacinquesimo passaggio Hamilton scavalca Bottas, ma la cosa sembra il frutto di una strategia del muretto. L'asso di Stevenage punta a superare le Ferrari, ma se dovesse mancare l'impresa potrebbe ricedere la posizione al compagno di team. Questa, almeno, è l'ipotesi più credibile.

Raikkonen cerca di proteggere le spalle a Vettel, che non sfrutta a pieno la sua SF70H, per comprensibili ragioni connesse alla direzionalità del mezzo. A rendere meno problematica la situazione dei due interpreti del "cavallino rampante" ci pensa una perdita di terreno di Hamilton, che allenta la sua pressione. Una bella boccata d'ossigeno per i ferraristi, che sembrano lanciati verso una felice doppietta. Così sarà. Dietro di loro, sul gradino più basso del podio, chiude la Mercedes di Bottas, che nelle battute conclusive si è visto riconsegnare la posizione da Hamilton, per l'impossibilità di superare le "rosse". A Maranello è festa grande, anche per i felici risvolti nella classifica iridata.

gp-ungheria-f1-2017-ordine-arrivo.jpeg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO