GP Singapore F1 2017: la breve gara Ferrari vista da Vettel e Raikkonen

Kimi e Sebastian fuori al via: difficile essere sereni in una tela del genere. A Maranello sono pronti a reagire.

The car of Ferrari's Finnish driver Kimi Raikkonen (R) is seen after a crash beside Ferrari's German driver Sebastian Vettel (C) during the Formula One Singapore Grand Prix in Singapore on September 17, 2017.  / AFP PHOTO / MANAN VATSYAYANA        (Photo credit should read MANAN VATSYAYANA/AFP/Getty Images)

GP Singapore F1 2017 - La gara di Marina Bay non poteva finire peggio per la Ferrari. Il doppio ritiro delle "rosse" per il crash al via assume un sapore ancora più amaro alla luce delle ottime qualifiche, con Sebastian Vettel in pole position e Kimi Raikkonen in seconda fila.

Il quadro della negatività, per il team di Maranello, è completato dalla situazione di classifica più complicata che mai, con Lewis Hamilton e la Mercedes che spiccano il volo. Gli uomini del "cavallino rampante" dovranno fare il miracolo per custodire le speranze iridate.

Purtroppo le due SF70H, nella sfida di ieri, hanno compromesso tutto alla prima staccata, in una collisione multipla che ha avuto in Max Verstappen un altro protagonista. La direzione gara ha ritenuto il contatto un normale incidente di gara. Succede. Inutile, a questo punto, cercare le responsabilità: l'unica cosa da fare è guardare avanti, sperando di fare meglio.

Ecco le parole di Vettel:

Ho fatto una partenza normale, poi ho cercato di difendere la posizione da Max spostandomi leggermente a sinistra. A quel punto ho sentito un urto sulla fiancata, era la macchina di Kimi. Non sono sicuro di cosa sia successo. Poi mi sono girato alla curva 3, ma questo perché la macchina aveva già riportato danni. Oggi a noi è toccato il peggio e questo non è certo di aiuto. Ormai non possiamo farci molto e questo è triste, peccato non aver potuto mostrare oggi quale era il nostro ritmo. Ma ci saranno altre gare, e sono sicuro che avremo altre occasioni.

Questo il resoconto di Raikkonen:

Alla partenza sono scattato bene, ma poi sono stato colpito; e lì è finita la mia gara. Non credo che avrei potuto fare nient’altro per evitarlo, se non partire male e non trovarmi lì… E’ un vero peccato, una di quelle situazioni che paghi a caro prezzo. Qualunque sia stata la causa o il problema di tutto ciò il risultato non cambia, purtroppo. Affronteremo le prossime gare pronti a lottare e a fare del nostro meglio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail