Ferrari mette una donna molto determinata al controllo qualità F1

In Ferrari si cercano in fretta i rimedi, per evitare di perdere altri punti preziosi lungo il cammino iridato. Una donna al vertice del controllo qualità.

SUZUKA, JAPAN - OCTOBER 08:  Sebastian Vettel of Germany and Ferrari prepares to drive on the grid before the Formula One Grand Prix of Japan at Suzuka Circuit on October 8, 2017 in Suzuka.  (Photo by Lars Baron/Getty Images)

Abbandonare una gara nelle fasi iniziali del suo svolgimento, quando si è in lotta per il titolo mondiale, specie se il fermo è prodotto da una banalissima candela, come è successo per la Ferrari nel GP Giappone F1 2017, produce grandi dosi di rabbia.

Comprensibile, quindi, il desiderio di Sergio Marchionne di correre ai ripari, con una soluzione drastica. Così può essere interpretata la scelta di mettere Maria Mendoza, 42 anni, al vertice della verifica qualità delle componenti, dando una sterzata netta rispetto a prima. Il deciso cambio di rotta dovrebbe produrre, almeno nelle intenzioni, gli effetti sperati.

La manager spagnola, stimata da Marchionne, vanta una laurea in fisica ed alcuni master. I titoli non mancano e neppure l'esperienza fa difetto. Con la stessa mansione Maria coordinava un team di lavoro in seno ad FCA, sin dal 2012.

Ora dovrà evitare che i fornitori facciano giungere in pista pezzi non degni del lignaggio della scuderia del "cavallino rampante", per ridurre ai minimi termini (o meglio ancora per annullare) le possibilità che eventi simili a quello di Suzuka possano ripetersi. Ci riuscirà? Marchionne crede di sì e noi non abbiamo ragione di dubitarne.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO