Formula 1 Melbourne: Kimi ghiaccio rosso



Australia la Ferrari domina, vince e convince, il primo anno dell’era del dopo Schumacher non poteva iniziare meglio, la superiorità della vettura di Maranello almeno ad Albert Park è stata netta, McLaren e BMW seppur efficienti hanno pagato oltre un secondo alla rossa. I tecnici Inglesi che durante l’inverno hanno sbeffeggiato quelli della Ferrari per la loro scelta del passo lungo avranno di che ricredersi, e chissà se nel corso della stagione non si veda apparire qualche distanziale qua e là per allungare il passo di varie monoposto. Al via Kimi scatta bene, mentre Heidfeld si inserisce davanti ad Alonso, scavalcato anche dal compagno Hamilton, Massa partito ultimo per la sostituzione del cambio recupera subito posizioni. Già nel primo giro Kimi allunga, con la BMW che tiene dietro Alonso, Massa è 17^, al quarto giro Raikkonen ha 2,5 sec. Su Heidfeld, segue Hamilton ed Alonso. Siamo al sesto giro il vantaggio di Kimi è di 4,1 sec. Mentre Massa raggiunge le Honda in lotta tra di loro al 13 e 14 posto, Heidfeld continua a tenere dietro agevolmente le due McLaren. Kimi continua la sua cavalcata a suon di giri veloci e al 10^ giro porta il suo vantaggio a 8 sec. con Alonso che si trova già a 12 sec. di distacco, mentre Albers va lungo alla curva 3 e finisce a muro, la prima Renault quella di Fisichella è sesta ad oltre 20 sec. Massa non riesce ad avere ragione delle Honda, mentre Heidfeld è il primo a fermarsi e rientra nono, Barrichello intanto passa Button, 15^ giro e 15 sec. di vantaggio di Kimi su Hamilton, Massa supera Button e tre giri dopo rientra Kimi, montando ancora gomme dure, lasciando il debuttante Hamilton al comando.

Al 20^ giro rientra Fisico e uscendo rischia la collisione con Trulli, si ferma anche Kubica e riparte anche lui con le dure, Alonso si ferma al 22^ giro ed il giro dopo tocca ad Hamilton che rientra davanti ad Alonso di un soffio. Giro 26 Kimi ha 12 sec. di vantaggio su Hamilton seguono Alonso, Kubica e Heidfeld, si ferma anche Kovalainen, Massa rientra al giro 29 e mette anche lui gomme dure, dopo una sosta lunga di quasi 13 sec. Passata metà gara Speed della Toro rosso è costretto allo stop, in difficoltà anche Kubica con la vettura che non gli risponde a dovere, fa un fuori pista e poi guadagna il box. Venti giri al termine e giro record di Kimi, rientra Heidfeld per il secondo pit stop, mentre un testacoda di Kovalainen fa guadagnare ancora una posizione a Massa, rientra Kimi al giro 41 e riparte dopo 7,6 sec. con gomme morbide. Rientra Hamilton, mentre Alonso spinge al massimo, al giro 44 rientra Fisico, e subito dopo Alonso, e quando rientra si trova davanti ad Hamilton, brivido per Kimi al 46^ giro blocca una ruota alla curva 3 e perde qualche secondo.

Mancano 9 giri alla fine ed un incidente tra Coulthard e Wurz fa correre un bel rischio ad entrambi, Kimi continua col suo passo spedito ed al sicuro, con gli avversari sempre lontani, Massa si avvicina a Fisichella e a meno di 5 giri al termine gli è a ridosso, prepara l’attacco ma Fisico resiste. Kimi vince alla grande, Alonso è secondo, ed un grande Hamilton al debutto sale sul podio, Massa partito dal fondo dello schieramento giunge sesto, gli altri nella morsa delle Ferrari poco o nulla Hanno potuto per contrastarne il passo superiore. Raikkonen sul podio in fede al suo nome di Iceman si concede poco più che un sorriso, come Mansell nel 1989 vince al debutto con la rossa, è mancata la variabile più importante per Kimi cioè Massa, ma la sfida col compagno è solo rimandata, ora la palla passa agli avversari, recuperare o stare a guardare gli uomini rossi che si fanno la guerra.

L'ordine di arrivo

1 - Kimi Raikkonen (Ferrari F2007) - 58 giri in 1.25'28"770
2 - Fernando Alonso (McLaren MP4-22-Mercedes) - 7"2
3 - Lewis Hamilton (McLaren MP4-22-Mercedes) - 18"5
4 - Nick Heidfeld (BMW Sauber F1.07) - 38"7
5 - Giancarlo Fisichella (Renault R27) - 1'06"4
6 - Felipe Massa (Ferrari F2007) - 1'06"8
7 - Nico Rosberg (Williams FW29-Toyota) - 1 giro
8 - Ralf Schumacher (Toyota TF107) - 1 giro
9 - Jarno Trulli (Toyota TF107) - 1 giro
10 - Heikki Kovalainen (Renault R27) - 1 giro
11 - Rubens Barrichello (Honda RA107) - 1 giro
12 - Takuma Sato (Super Aguri SA07-Honda) - 1 giro
13 - Mark Webber (Red Bull RB3-Renault) - 1 giro
14 - Vitantonio Liuzzi (Toro Rosso SRT2-Ferrari) - 1 giro
15 - Jenson Button (Honda RA107) - 1 giro
16 - Anthony Davidson (Super Aguri SA07-Honda) - 2 giri
17 - Adrian Sutil (Spyker F8-Ferrari) - 2 giri

  • shares
  • Mail
72 commenti Aggiorna
Ordina: