GP Brasile F1 2017: anteprima impegno freni Brembo

Brembo svela l'impegno dei propri sistemi frenanti nel GP del Brasile F1 2017. Pioggia e prima curva le principali insidie.

GP Brasile F1 2017 - Motori delle monoposto pronti a rombare per una nuova gara del campionato del mondo di Formula 1. Fra poche ore i protagonisti del Circus torneranno in pista, per sostenere l'impegno sportivo all'Autódromo Carlos Pace, che impone solo 6 frenate nell'arco di un giro.

Quello nel distretto Cidada Dudra di San Paolo è un tracciato molto "guidato", con curvoni veloci che determinano rallentamenti poco impegnativi. Tra le 6 staccate del circuito, nessuna presenta particolari difficoltà per l'impianto frenante Brembo, che ha modo di raffreddarsi adeguatamente nonostante l'azione sul pedale del freno impegni i piloti in circa il 18% del tempo.

A Interlagos c'è un unico "ostacolo" al corretto funzionamento dei freni in carbonio: il maltempo. Questo rafforza la tesi della tenuità dell'impegno per pinze e dischi. Secondo i tecnici Brembo, che hanno classificato le 20 piste del Mondiale usando una scala da 1 a 10, l'Autódromo José Carlos Pace rientra nella categoria dei circuiti meno impegnativi al mondo per i sistemi di rallentamento: la pista brasiliana si è meritata un indice di difficoltà di 4, identico al valore ottenuto da Silverstone e Suzuka.

Il ridotto numero di frenate si traduce in una decelerazione media sul giro di 3.9 g, la più alta degli ultimi 7 GP dell'anno. L'energia dissipata in frenata da ciascuna monoposto durante il Gran Premio è contenuta: 127 kWh, quasi lo stesso di Shanghai che però presenta 2 frenate in più ogni giro anche se di modesta entità. Dalla partenza alla bandiera a scacchi ciascun pilota esercita un carico totale sul pedale del freno di 44 tonnellate, valore praticamente identico al GP Giappone e di poco inferiore al GP Belgio.

La frenata più impegnativa di Interlagos è quella alla prima curva perché le monoposto vi arrivano dopo un'accelerazione senza sosta di 17-18 secondi. Grazie ad essa si presentano alla staccata a 338 km/h e frenano per 2.82 secondi durante i quali percorrono 67 metri. Per raggiungere i 101 km/h a cui impostare la curva i piloti sono chiamati ad un carico sul pedale del freno di 118 kg e subiscono una decelerazione di 4.5 g.

statica1.jpg

statica2.jpg

statica3.jpg

Via | Brembo

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO