Campionato Italiano GT: grandi nomi per la stagione 2018

Cresce l'attesa per la stagione 2018 del Campionato Italiano GT che prenderà il via domenica 29 aprile ad Imola.

Campionato Italiano GT

Pur avendo solo tre lustri di vita la serie italiana riservata alle Gran Turismo si conferma quale il campionato italiano di maggior prestigio. Moltissimi i motivi di interesse per la prima gara stagionale che partirà ad Imola l’ultima domenica di Aprile. Il circus del GT Italiano quest’anno effettuerà anche una trasferta all’estero, la seconda Domenica di Maggio sulla pista di Le Castellet che, come tutti sanno, riporterà anche la Formula Uno in Francia dopo un lungo digiuno.

Un mese di sosta ed il gruppo scenderà in pista a metà Giugno a Misano Adriatico per la classica tappa in Riviera. Il giro di boa sarà in piena estate, a metà Luglio al circuito del Mugello. Quindi l’autunno vedrà il rush finale della serie con la terzultima gara a Vallelunga la seconda domenica di Settembre. Ottobre vedrà l’epilogo del campionato, il 6 e 7 Ottobre si scenderà in campo a Monza e poi il 27 e 28 Ottobre ci sarà la prova finale in Toscana, al Mugello. Va detto che la federazione ha scelto di confermare la pista fiorentina come teatro dell’ultima gara solo in un secondo tempo, dietro richiesta unanime delle squadre; inizialmente la finale era stata programmata sulla pista lombarda da sempre sede del Gran Premio d’Italia. Il regolamento della passata stagione è stato quasi completamente confermato.

Unica modifica, l’avvicendamento della GTS con la GT4, attesa ad un ampio rilancio con l’interessamento della Audi Sport Italia e di Autorlando. La formazione di Pedrengo infatti oltre a gareggiare nella serie europea scenderà in campo anche nel tricolore con le sue Porsche 997. Rimangono incerti gli equipaggi della formazione bianco-blu, così come restano ancora incerti gli equipaggi delle altre squadre. Se gli accoppiamenti dei piloti non sono ancora formati, le vetture sono invece già pronte.

La parte del leone la fa Antonelli Motorsport che schiererà ben cinque Lamborghini Huracan, tre in specifica Super GT Cup e due in classe GT3. Al momento tra i piloti confermati del team bolognese ci sono Pietro Perolini ed il promettente Matteo Desideri, ma altri devono essere ancora messi sotto contratto. Anche la Bmw si conferma protagonista con la propria M6.

La fine del programma WTCC spingerà la formazione di Roberto Ravaglia a concentrare le sue forze sul GT nostrano non disdegnando però incursioni in gare Gran Turismo importanti quali la 24 Ore di Spa. Asso nella manica per la Bmw potrebbe essere Alex Zanardi, che sta allenandosi per guidare senza protesi in vista della 24 Ore di Daytona del 2019 e per prova potrebbe disputare qualche gara dell’Italiano GT. Un asso che certamente prenderà parte a tutte le gare della serie c’è già, si tratta di Giancarlo Fisichella che sarà schierato dalla Baldini 27 al volante di una Ferrari 488 GT3. Ancora incerto il nome del coequipier, che potrebbe essere anche un pilota proveniente dalla Super GT Cup.

L’obiettivo della squadra di Fabio Baldini è comunque di avere un pilota che possa disputare tutte le gare della stagione, tenuto conto che Fisichella avrà un “inciampo” a Giugno dovendo disputare la 24 Ore di Le Mans. Anche nelle altre categorie vi sono diverse novità a cominciare dalla GT Cup che registra la conferma dei siciliani Giuseppe Nicolosi e Francesco La Mazza, attesi su una Porsche 991 di Ebimotors. Si tratta di una auto proveniente dalla Carrera Cup, categoria che fornisce al Campionato Italiano GT Cup una ampia base di nuove vetture dato il completo rinnovamento del suo parco auto. Sempre dalla Carrera Cup, e per la precisione dalla Tsunami RT, arrivano le 991 che verranno schierate dalla Duell di Alan Gomboso, al ritorno nel GT nostrano dopo l’esperienza nel Campionato Italiano Sport Prototipi.

Per il team di Gomboso è anche la prima volta con le Porsche dopo avere già calcato le gare GT italiane al volante di performanti Ferrari 458. I presupposti per un buon 2018 ci sono tutti, saranno diversi gli equipaggi pretendenti al titolo principale, quello Super GT3 Pro conquistato lo scorso anno da Michele Beretta ed Alex Frassineti con una Lamborghini Huracan della Ombra.

In GT Cup si registrò la vittoria di Eugenio Pisani con una Porsche di Siliprandi ai danni di La Mazza, mentre nella GT3 vinse il solitario Simone Niboli con una Ferrari 458 superando in extremis la Porsche 911 di Paolo Venerosi Pesciolini ed Alessandro Baccani. Infine nel Trofeo GTS ci fu la vittoria di Sabino De Castro con la Porsche Cayman di Ebimotors. L’attesa per Imola cresce giorno per giorno, chi saranno i protagonisti del prossimo Campionato Gran Turismo?

A cura di N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO