CEM, in Francia Petit profeta in patria

Si alza il sipario sulla edizione 2018 del Campionato Europeo Montagna

cem-2018.jpg


Di N.M.B.

Si alza il sipario sulla edizione 2018 del Campionato Europeo Montagna ed il leit-motiv è nuovamente costituito dal duello per la vittoria tra Christian Merli, con la Osella FA 30, ed il supercampione Simone Faggioli con la Norma M20 FC. Dal primo confronto del Col Saint Pierre esce però vincente il terzo incomodo, l’idolo locale Sebastien Petit con la Norma M20 FC.

Petit, ovviamente il migliore anche nella classifica del Championnat de France de la Montagne, capitalizza una prima manche di gara eccezionale ed amministra nella seconda, dove è Merli a siglare il miglior tempo. Lo squadrone italiano è costretto a piegare il capo alla rediviva scuola francese ma molto probabilmente già nelle prossime gare, in particolare dal velocissimo tracciato della Rechbergrennen, Merli e Faggioli torneranno a dettar legge.

Brilla anche la stella di Diego De Gasperi che quest’anno gareggia in tutto il CEM con la sua Osella FA 30. Il trentino chiude quarto ed a Rechberg sarà un ostacolo in più ai progetti del conterraneo Merli e di Faggioli. Quinto posto per metà italiano. Infatti, la Osella FA 30 dell’austriaco Christoph Lampert è curata dal personale di Christian Merli. Per il pilota alpino, distintosi nelle scorse stagioni con la Volkswagen Golf e la TracKing, una gara davvero da protagonista. Sesto posto per la BRC BR 53 di Javier Villa Garcia. Una conferma in più sull’enorme potenziale raggiunto dai “prototipi coperti” preparati in Spagna.

Nulla da fare per le monoposto con Billy Ritchen il migliore in campo al volante della Dallara F312 davanti alla identica vettura di David Guillaumard. Nona posizione per la migliore delle Formula 3000, la Reynard 99 L di Benoit Bouche. Al decimo posto invece Fausto Bormolini con la Reynard K02. Un tempo temibili avversarie di Osella e Norma, le Reynard stanno ormai segnando il passo anche a causa dell’avanzata età di servizio.

Dopo l’incidente mortale di Otakar Kramsky occorso alcuni anni fa a Rechberg, poi, molti team hanno interrotto le evoluzioni a livello di meccanica ed aerodinamica. Nel gruppo GT doppietta francese con la McLaren MP4 12C di Pierre Courroye davanti alla Porsche 997 GT3 R di Christian Schmitter. Una altra Porsche, la 997 GT2, fa sua la classe E2 Silhouette Oltre 3000 con Nicolas Werver.

Sconfitta la Audi TT-R DTM del ceco Vladimir Vitver, terzo Philippe Schmitter con la Renault RS 01. In Gruppo A dominio di Lukas Vojacek con la Subaru Impreza. Vojacek è l’unico in campo con una Oltre 3000, il secondo posto di gruppo va al vincitore della A2000, il sardo Tonino Cossu su Honda Civic Type-R. Luca Zuurbier è terzo di gruppo con la Civic Type-R risorta dopo l’incidente dello scorso anno a Gubbio. Il bresciano era già rientrato in scena la scorsa settimana alla Salita del Costo con ottimi risultati.

Sconfitti i cechi Dedek su Alfa Romeo 147 e Gruntorad su Renault Clio Rs. Il Gruppo N parla italiano grazie ad Antonino Migliuolo ed alla sua Mitsubishi Lancer Evo 9, nettamente sconfitti il ceco Tomas Vavrinec e lo slovacco Peter Ambruz al volante di auto identiche. Da notare che i tre riescono a precedere la McLaren 650S di Jan Milon, terzo tra le GT.

Ancora peggio va a Martin Jerman, il veterano ceco finisce quarto di gruppo GT con la sua Lamborghini Gallardo preceduto anche da Zuurbier. Altri due italiani in gara sono Marco Capucci con la Osella Pa21 S e Alberto Dall’Oglio con la Norma M20 FC. I due chiudono rispettivamente quattordicesimo e ventiseiesimo nella classifica riservata ai piloti CEM. Oltre ai piloti del CEM e del CFM spicca un gruppo di Caterham che viene regolato da Bruno Noregral davanti a Christian Di Palma. Non è un mistero che le vetture inglesi siano molto popolari anche nell’Esagono. Non molto nutrito il gruppo di Autostoriche che vede il grande Jean-Marie Almeras e la sua Porsche 935 3.5 L sconfitta dalla Van Diemen RF 82 di Jean-Marc Debeaune. Il CEM dà ora appuntamento alla prossima settimana a Rechberg per una delle gare più sentite della serie.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO