Super Cup nel segno di Pigoli

La Super Cup 2018 parte dall’Autodromo di Adria nel segno di Max Pigoli.

Super Cup nel segno di Pigoli


Di N.M.B.

La Super Cup 2018 parte dall’Autodromo di Adria nel segno di Max Pigoli. Il forte pilota comasco porta alla vittoria la sua Porsche 997 e si candida quale favorito nella classe Supercars Series. Nella prima manche Pigoli contiene la Porsche dell’ucraino Andrii Iefimenko e va a vincere con un vantaggio di due secondi ed un decimo sotto la bandiera a scacchi. Al terzo posto c’è il capitolino Fabrizio Armetta con la Mitjet Supertourisme che la The Club porta al debutto per la prima volta sulle piste italiane.

Roberto Del Castello dal canto suo porta al quarto posto al traguardo la potentissima Cadillac CTS-V V8 riscattando in parte la delusione per la mancata partenza della figlia Luli con la Chevrolet Lumina appartenuta alla Solaris. Quinto posto per un grande Franco Destro con la Bmw 320 D2, sconfigge la Audi RS4 V8 di Antonio Cardone e la Seat Leon del fiorentino Sandro Bettini. Ottava posizione per Arturo Pucciarelli con la Alfa Romeo 147, mentre il compagno di team Sergio Borsini viene retrocesso al dodicesimo posto per una penalità di venticinque secondi dietro le Mitjet di Federico Scionti, Ciccio Ragozzino e Massimiliano Ciccacci.

Tra i ritiri spiccano quelli di Lucio Gioffré con la Megane Trophy e di Alessandro Nervi con la Porsche 997 di Autorlando. In seconda manche, che registra diverse mancate partenze tra cui quella di Destro, il duello Pigoli-Iefimenko è ancora più serrato e vede il lombardo spuntarla per solo mezzo secondo. Terzo Gioffré davanti a Nervi che è l’ultimo a restare a pieni giri.

Poi Del Castello precede Pucciarelli, Bettini, Scionti, Ragozzino, Borsini ed Armetta. Brivido nella prima manche della Seconda Divisione con l’uscita alla Ramata di Onofrio Mariella al volante di una Renault New Clio, causata da un cedimento meccanico. Non è la prima volta che alla Ramata si verificano dritti rovinosi. Per il pugliese una costola rotta e per il gruppo lunga fase di safety car prima della esposizione della bandiera rossa. A vincere l’idolo locale Massimo Billo con la Renault New Clio curata da Autostar, al ritorno dopo l’incidente a Monza nel quale era rimasto coinvolto assieme al padre Gianfranco. Questi, al volante della Peugeot 206 RC curata sempre da Autostar, porta a casa il quinto posto dietro la Renault Clio Rs di Andrea Dalla Bona.

A completare il podio assoluto sono invece le Renault New Clio di Fabrizio Paolo Tablò e Mario Beltrami. Bella anche la gara di Matteo Bommartini con la Honda Civic, sesto assoluto davanti alla Mini Cooper S di Luigi Gallo. Ottavo posto per la Honda Civic di Pierluigi Sturla. Un nono posto il bilancio dell’esordiente ucraino Andrei Polianyenko che divide con Paulo Kopylets la Ford Fiesta della Tsunami.

A chiudere la Top Ten è Eliseo Cruciani bravissimo con la Citroen Saxo Vts. Nella N 1.4 -ribattezzata Turismo 6- con Moltoni che lascia la compagnia già dopo le prove per ragioni meccaniche, dominio C&C con vittoria di Alessandro Malavolta su Tonino Scocco e Fabrizio Caprioni. In Turismo 5 vittoria per la Citroen Saxo Vts di Ivan Fabris. Nella seconda manche forfait per guasto meccanico della New Clio che Luigi Luzio avrebbe dovuto rilevare da Fabrizio Paolo Tablò, Per la Faro Racing problemi anche per Gianluca Dragani subentrato ad Andrea Giani, fermato dalla rottura di un ammortizzatore alla New Clio verde pistacchio.

La corsa vede il dominio dei Billo con Massimo ancora vincente e Gianfranco terzo, a conferma della ritrovata competitività della Peugeot 206. Tra di loro si piazza un grande Andrea Dalla Bona. Per la Honda Civic di Matteo Bommartini e Lorenzo Accorsi arriva un bel quarto posto davanti alla Clio del lodigiano Beltrami ed alla Saxo di Cruciani, scatenatissimo. Bene anche Gallo settimo davanti a Tibiletti, subentrato a Sturla. Nono posto per la Citroen Saxo Vts dei Fabris davanti a Tonino Scocco vincente in N 1.4 su Malavolta e Fabrizio Caprioni. Fermo per problemi tecnici Fausto Amendolagine, campione uscente della Divisione Fino a 2000 e già in difficoltà in gara uno. Due quarti posti di classe per la Peugeot 106 di Luca Re e Matteo Sbei, nuovi piloti della C&C. Prossima gara per la Super Cup il 27 Maggio a Misano Adriatico, nell’ambito del Weekend del Camionista.

  • shares
  • Mail