Magione, ora si fa sul serio

Colpi di scena a raffica nell'evento di fine Aprile

michele-sabia.jpg

Dopo gli Internazionali d'Italia di Velocità riservati alle Moto e l'Individual Races Attack, l'attività sportiva a Magione riprende a pieno ritmo con l'evento in programma l'ultima Domenica di Aprile. In campo gli eventi di regolarità del Trofeo Ferrari Club Italia, il Campionato Italiano Le Bicilindriche, il Trofeo Italia Storico e la Bmw 318 Racing Series. Quest'ultima categoria ha attratto gli appassionati per le eccellenti prestazioni e la spettacolarità dei piloti. Confermata la formula dei due gruppi, uno per gli Esperti ed uno per i Gentlemen Driver. A confermare l'incertezza delle gare il fatto che le quattro prove in programma hanno avuto tutte vincitori diversi. Nel Gruppo A subito vittoria per il romano Diego Alessi favorito dal cedimento al motore di Michele Parretta nelle fasi pre-gara. A completare il podio Riccardo Urbani, campione in carica, e Giordano Giovannini deus-ex-machina della Super Cup. Nella seconda manche con griglia invertita subito spettacolo e sportellate, Michele Sabia ha la peggio e deve accostarsi a bordo pista. In testa allunga deciso Filippo Bencivenni che va a vincere in souplesse, mentre alle sue spalle capita veramente di tutto. Prima Alessandro Leopardi viene spinto fuori pista e dopo qualche giro si deve ritirare, poi Michele Parretta risale deciso dalle retrovie e termina secondo, infine Giordano Giovannini si tocca con Urbani alla Vecchi Box e lo manda in testacoda. Così nel post-gara molto lavoro per la Direzione Gara che penalizza Urbani e Giovannini promuovendo sul gradino più basso del podio Riccardo Rogari protagonista di una gara travagliatissima. Nel Gruppo B in gara uno vittoria indiscussa per Rodolfo Funaro ai danni di Federico Lilli e Lorenzo Luciani; nella seconda manche primo via lanciato abortito per via del gruppo non allineato, Bellandi viene sanzionato con un Drive Through. Passa così in testa Paolo Spacchetti mentre Funaro entra in collisione con Marco Bocci. Sia il veterano del VLN che l'attore sono costretti ai box per sistemare i danni. Federico Lilli impone la sua classe e  sconfigge Spacchetti superandolo nelle ultime fasi di gara. Per il terzo posto è bagarre tra Riccardo Missiroli, Marcello Gunnella e Silvia Simoni. I tre entrano in contatto alla Esse e Missiroli allunga, mentre Gunnella poi accusa problemi tecnici e si ritira a due giri dalla fine. Alla fine il gradino più basso del podio lo conquista Bellandi dopo la penalità di Missiroli che retrocede quinto dietro anche la Simoni. Nelle Bicilindriche che registrano ben diciassette auto al via, Fiat 500 grandi protagoniste con Andrea Currenti primo in gara uno dopo il contatto alla Vecchi Box che spegne le ambizioni di Pastore e Coppola, ripartiti attardati. Vincenzo Zupo e Roberto Russo completano il podio. Nella seconda manche Currenti passa di nuovo in testa davanti a Pastore e Coppola, ma la Direzione Gara lo sanziona con un Drive Through. Il siciliano, furente, rientra ai box per ritirarsi e poco dopo si ferma anche Pastore, lasciando il successo a Pasquale Coppola su Zupo e Russo, che ha la meglio su Angelo Mercuri e la Fiat 126 di Annese. Tra le Bicilindriche storiche spartizione dei successi tra Sebastiano Mascolo e Liberato, doppio ritiro per Mario Caravello. Tra le otto vetture del Trofeo Italia Storico, successo assoluto per la Bmw 318 IS E30 di Giuseppe Bonifati favorito dai problemi al motore che attardano la bellissima Alfa Romeo 75 del senese Paolo Gerli. Bonifati intasca la vittoria anche nel 4.Gruppo, mentre il 2.Gruppo va a Giuseppe Covotta con la Fiat 128. Il 3.Gruppo lo conquista Walter Nocci con la Abarth 695 curata un tempo dalla famiglia Falessi, mentre nel 1.Gruppo affermazione per la gialla Morris Cooper di Franco Ermini. Nella gara del Trofeo Ferrari Club Italia C.Daytona migliore performance per Roberto Sestini con la Ferrari 488 GTB, nell’evento della classe Superfast si impone Danilo Paoletti con una Ferrari 458. Ora un mese di pausa in attesa dell'evento del 27 Maggio, che segnerà il debutto del rinato campionato riservato alle Fiat Barchetta ed alle Alfa Romeo 33 Trofeo. L'inizio di questa serie "revival" era inizialmente previsto per lo scorso weekend, ma si è poi deciso per il rinvio per consentire ai team di rimettere in ordine le vetture reduci da lunga inattività. Il 17 Giugno, poi, a fianco dei trofei magionesi scenderà in pista la Super Cup, che sarà suddivisa in due raggruppamenti con due gare ciascuno. Il campionato curato dalla Italia Corse, tra l'altro, ha già raggiunto il numero massimo di iscrizioni per l'evento in programma a Misano Adriatico a fine Maggio. Degna di nota poi la presenza della Entry Cup sempre il 17 Giugno. In estate poi torneranno in scena le motociclette: il 15 Luglio sarà il turno del Trofeo Centro Italia Velocità gemellato al Trofeo del Centauro del Gentlemen's Moto Club, mentre la settimana successiva toccherà al CIV Junior. Fine Luglio caratterizzata dal ritorno dei campionati magionesi mentre la prima domenica di Agosto si preannuncia grande spettacolo con la prima delle due gare previste per il Campionato Italiano Rallycross. Nonostante la perdita dei Campionati ACI Sport, l'Autodromo dell'Umbria continua ad avere un ottimo calendario. Tra l'altro, sono state confermate in Novembre la Winter Super Cup, la Cento Miglia di Magione e la Due Ore Storica Anchise Bartoli, da quest'anno valida per il Trofeo Italia Storico.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO