Seat Leon, il punto dopo Imola

In gara due pioggia protagonista

brena1.jpg

Dopo la vittoria di Sandro Pelatti nella prima gara, si rivoluzionano le gerarchie nella seconda manche del primo evento 2018 riservato alla Seat Leon Cupra ST. Sotto un cielo plumbeo il gruppo muove deciso con Pelatti ancora leader davanti a Raffaele Gurrieri ed Alessandra Brena, subentrata ad Alberto Rodio. La discesa della Rivazza tradisce le ambizioni di Gurrieri che va largo nella ghiaia venendo passato dalla Brena, la corsa per il siciliano diventerà un calvario che lo porterà in fondo al gruppo con tre giri di divario. Pelatti sembra avviato verso una facile doppietta, ma la Direzione Gara gli infligge un Drive Through. Il toscano sconta la penalità al sesto giro promuovendo al comando la Brena. Alle spalle della bergamasca si mette in mostra Guido Sciaguato che, al Tamburello, passa al secondo posto passando Franco Gnutti. Va abbastanza bene anche Nicola Sciaguato, al volante di un mezzo che porta le "cicatrici" della spettacolare uscita di Gara Uno: contiene brillantemente il russo Rodion Shushakov, veterano dei trofei Seat e subentrato a Vladimir Udalenkov. La corsa, già saldamente nelle mani della Brena, accusa una battuta d'arresto poco prima dei venti minuti di gara. La pioggia, che già a partire dal terzo giro aveva iniziato ad infastidire il gruppo, si intensifica in particolare nel tratto che dalla Variante Alta porta alla Rivazza. Dal momento che le Leon Cupra adottano gomme slick, si decide di fare entrare la Safety Car per imbrigliare il gruppo. La pioggia non cessa e si decide di esporre la bandiera rossa. La Brena conquista la vittoria, davanti a Nicola Sciaguato, Gnutti, Guido Sciaguato e Shushakov. Mastica amaro Pelatti che termina sesto, davanti a Luigino Tarantino, Angelo Masserini, Nicola Guida ed Alberto Biraghi. Quest'ultimo incappa in un weekend sfortunato: oltre ai problemi tecnici, arriva anche la pioggia a condizionare la sua andatura. Risulta comunque evidente che il titolo se lo giocheranno in cinque: la Brena, Rodio, i fratelli Sciaguato e Pelatti. La Leon ST, rivista dalla Seat Sport Italia a livello meccanico, si dimostra una vettura molto brillante e, nonostante le dimensioni, anche di ottima manovrabilità. Ora il monomarca si prende una pausa di oltre un mese, saltando l'evento di Le Castellet, e tornerà in scena a metà Giugno all'Autodromo di Misano Adriatico. Per quella data dovrebbero aggiungersi altre tre vetture, attualmente in fase di aggiornamento. L'identità dei concorrenti, per il momento, è ancora una sorpresa, e non si esclude possa arrivare qualche pilota di vertice in grado di scombussolare i giuochi per il titolo.

 

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO